Giovanni Sinicropi

 

Glossario Sercambiano

 

Edizione di riferimento

Giovanni Sercambi, Novelle, a cura di Giovanni Sinicropi, volume secondo Bari Gius. Laterza & figli tipografi - editori - librai 1972

Proprietà letteraria riservata: Gius. Laterza & Figli S. p. A., Bari, via Dante 51 CL 20-0349-X

GLOSSARIO

Il presente glossario elenca in generale solo le forme ed i significati devianti dal normale uso moderno, e, pur presentando un campionario abbastanza rilevante della lingua sercambiana, non può tuttavia costituirne una rassegna esauriente. Non si è tenuto conto delle pure e semplici varianti grafiche, a meno che esse non siano connesse a fenomeni linguistici di particolare significato.

Si distinguono con un asterisco {*) le voci che appaiono solo in brani poetici, e con un (B) immediatamente dopo il lemma quelle che appaiono soltanto in passi ripresi letteralmente dal Decameron. Si indicano due esempi per ciascuna voce, eccezion fatta per le forme verbali, per le voci più comuni e per quelle che nel testo compaiono una volta sola, per le quali si indica un solo esempio: più esempi vengono invece indicati per le forme più singolari ricorrenti. Il numero che precede la virgola si riferisce alla pagina del testo, quello che la segue, alla riga; una lineetta (—) sostituisce la voce nell'ambito dello stesso lemma. Fra parentesi immediatamente dopo il rinvio al testo, sono indicati il dizionario o il glossario in cui è registrata la voce ed esempi relativi al significato con cui essa viene usata nelle Novelle. Tale indicazione manca allorché la voce stessa o il significato con cui essa appare nelle Novelle non sono registrati nei dizionari o nei glossari più importanti. Si forniscono infine brevi indicazioni bibliografiche riguardanti problemi fonetici, etimologici, ecc, limitate però (tranne qualche eccezione) a studi in cui la voce stessa è presa in esame o almeno addotta come esempio di un particolare fenomeno.

Nei rinvii ad opere e riviste abbiamo adottato le seguenti sigle ed abbreviazioni :

AGI = «Archivio Glottologico Italiano»; ed in particolare:

AGI iii = U. A. Canello, Gli allotropi italiani, pp. 285-419;

AGI xii = S. Pieri, Fonetica del dialetto lucchese, pp. 107-34; e dello stesso: Appunti morfologici concernenti il dialetto lucchese e il pisano, pp. 161-80;

AGI xvi = C. Salvioni, Appunti sull'antico e moderno lucchese, pp. 395-477 (nei casi in cui il rinvio non è seguito dall'indicazione della pagina, il riferimento va alle Annotazioni lessicali, pp. 428-77) Arlotto = Motti e Facezie del Piovano Arlotto, a c. di G. Folena, Milano-Napoli, Ricciardi, 1953.

ASI = « Archivio Storico Italiano »

BL = Bandi lucchesi del sec. decimoquarto, tratti dai registri del R. Arch. d. Stato di Lucca per e. di S. Bongi, Bologna, tip. del Progresso, 1863.

Caix, Orig. = C. N. Caix, Le origini della lingua poetica italiana, Firenze, Le Monnier, 1880.

CM = Lo Statuto della Corte dei Mercanti in Lucca del mccclxxvi, ed a c. di A. Mancini, U. Dorini, E. Lazzareschi, Firenze, Olschki, 1927.

Cron. — Croniche di Lucca di G. S., a c. di S. Bongi, cit., gloss.

DC = C. Du Cange, Glossarium mediae et infimae latinitatis, Graz, 1954

DEI = C. Battisti e G. Alessio, Dizionario Etimologico Italiano, Firenze, Barbera, 1950-1957.

Fanf. = P. Fanfani, Vocabolario della lingua italiana, 4», Firenze, Le Monnier, 1895.

Fumi = L. Fumi, Usi e costumi lucchesi, in « Atti della R. Acc. Lucch. di Scienze, Lettere ed Arti », t. xxxn, Lucca, Giusti, 1904, pp. 177-249GB = Glossario di S. Bongi, conservato manoscritto nell'Arch. d. Stato di Lucca.

GDLI = S. Battaglia, Grande Dizionario della lingua italiana, voll, i-iv, = Torino, UTET, 1961-1966.

GMBT = F. Edler, Glossary of Mediaeval Terms of Business, Italian series, 1200-1600, Cambridge, Mass., The Mediaev. Acad. of America, 1934.

HGIS = G. Rohlfs, Historische Grammatik der Italienischen Sprache u. ihrer Mundarten, Beni, Francke, 3 voll., 1949-1954.

Legg. Lucch. = E. Parducci, Notizia di un leggendario lucchese del sec. XIV, in « Zeitschrifts f. Romanische Philologie », xxxi (1907), 164-87.

LL = E. G. Parodi, Lingua e Letteratura, a c. di G. Folena, Venezia, Neri Pozza, 1957.

LN = « Lingua Nostra »

LREW = G. Korting, Lateinisch-Romanisches Wörterbuch, Stechert, New York, 1923.

Lucchesini = C. Lucchesini, Saggio di vocabolario lucchese, ras n. 595 della Biblioteca Governativa di Lucca.

Lucchesismi = G. Giannini e I. Nieri, Lucchesismi, Livorno, Giusti, 1917.

Nomi = V. Nannucci, Teorica dei nomi della lingua italiana, Firenze, Beracchi, 1858.

NTF = Nuovi testi fiorentini del Dugento, con introd., tratt. linguist. e gloss. a c. di A. Castellani, Firenze, Sansoni, 1952.

Parodi, Raddoppiamento, ecc. = E. G. Parodi, Sul raddoppiamento di consonanti postoniche negli sdruccioli italiani, in « Rivista di Filologia », xxiii (1907), 755-75REW = W. Meyer-Lübke, Romanisches Etymologisches Wörterbuch, Heidelberg, 1935.

RFR = « Rivista di filologia romanza ».

Riboboli = F. Ageno, Riboboli trecenteschi, SFI, X.

Rom. = « Romania ».

Salv. = Salvioni.

SFI = « Studi di filologia italiana ».

SFR = « Studi di filologia romanza ».

SLI = « Studi linguistici italiani ».

Statuti Lucch. = Statuti del comune di Lucca dell'a. mcccviii, ora per la prima volta pubbl. a c. di S. Bongi e L. Del Prete, Lucca, Giusti, 1867.

Stefani = P. Stefani, Raccolta di voci e di modi di dire in uso nella prov. lucch., ms. n. 2792 della Bibliot. Governat. di Lucca.

TB = N. Tommaseo-B. Bellini, Dizionario della lingua italiana, Torino, UTET, 1929.

TF = Testi fiorentini del Dugento e dei primi del Trecento, con introd., annot. linguist. e gloss. a c. di A. Schiaffini, Firenze, Sansoni, 1954.

Tristano = Il Tristano Riccardiano, ed. ed illustr. da E. G. Parodi, 904

 

Ci siamo inoltre serviti delle seguenti abbreviazioni :

acc.   = accusativo

intr. = intransitivo

agg- = aggettivo

it. = italiano

alter. = alterazione, alterato

lab. = labiale

ant. = antico

labiodent. = labiodentale

avvers. = avversativo

lat. = latino

calabr. = calabrese

locuz. = locuzione

cfr. = confronta

m. = maschile

condiz. = condizionale

modell. = modellato

cong. = congiuntivo

n. = numero, nota

conson. = consonante consonantico

neg. = negativo, negazione

 parod. = parodistico

dat. = dativo

pass. = passivo, -ivo

dav. = davanti

        perf.

        = perfetto

deriv. = derivato

pl. = plurale

dipend. = dipendente

pp. = participio passato

dissim. = dissimilazione

diz. = dizionario

prec. = precedente

 pres. = presente

epent. = epentesi

esclam. = esclamazione

pron. = pronome

reg. = registrato

espress.  = espressione

f. = femminile

regol. = regolare

figur. = figurativo

rifl. = riflesso, -ivo

fin. = finale

s. = sotto, sopra

fr. = francese

schern. = schernevole

freq. = frequente

sg- = seguente

frequent. = frequentativo

signif. = significato

fut. = futuro

sost. = sostantivo

ger. = gerundio

strument. = strumentale

gr. = greco

temp. = temporale

imp. = imperfetto

trans. = transitivo

imper. = imperativo

V. = voce, vedi

ind. = indicativo

vocat. = vocativo

inf. = infinito, infinitivo

volg. = volgare

a, con (dopo cambiare): 526, 33 e 34; 528, 12 e 15 ; da (finale, dav. a inf.) : 76, 9; 190, 7; 270, 34; 301, 23; 476, 6; da (agente, dipend. da fare) : 83, 18; 91,8; 116,22; ecc; da (luogo, dav. a sost.): 107, 14; da, come (a suo pari): 193,20; di (dav. a inf.): 269, 11; in: 620, 12; mediante: 127,23; mancante dav. a inf.: 138, 29; 161, 14, ecc.

abarattare, barattare: 53, 30 (due ess.).

abavagliarono, imbavagliarono: 453, 15

abergo, albergo: 359, 17 e 20; 380, 20, ecc; abergatore: 452, 32; abergare (aberghi): 546, 18; arberghi: 467, 9; v. AGI, xvi, 411 e TF.

abile, agevole: 253, 22; 615, 11 (GDLI, 4).

aboccato, avido: 514, 4. abondare, soverchiare, vincere: 526, 19; 757. 15.

abotonatura, fibbia: 104, 21 (TB).

acattare, accattare, mendicare: 109, 18; 182, 13 (GDLI, 1); procacciare, procurare: 495, 26 (GDLI, 4); prendere in prestito: 401, 27; 702, 27 (GDLI, 6).

accia, lino greggio: 329, 26 e 27 (NTF e GDLI).

acciaio (B), acciarino: 456, 31 (AGI ni, 303)

acino, asino: 79, 21; 304, 21; 437, 18; v. AGI xvi, 169 n. 1 (Pieri); Salv. AGI xvi, 430-431, e spec. NTF, 29-31. Asino: 454,25.

aciterà: accetterà: 234, 18.

acomandare, affidare: 250,35 (GDLI, 1); acomandonsi a Dio, si salutarono: 83, 32.

acomunecare, avere, tenere in comune : 310, 14.

acosta, adiacente, confinante: 94, 25 (GDLI).

acostante : — a' suoni, conforme, in armonia: 253, 5 (GDLI, 2).

acqua, fiume: 28, 3 e 6; fonte o laghetto: 529,30 (GDLI, 2).

adarsi, avvedersi, intendere : 600, 20 (GDLI, 1).

adirieto e adirietro, v. s. indirieto.

adoperanno, adopreranno: 85, 34. Per il nesso -per- nel futuro, si v. NTF, 57-66.

adomandare, domandare: 54,9; 294, 28 (GDLI).

odoriferi, odoriferi: 299, 16.

adultero, (figlio) adulterino: 286, 35 (TB, 7).

adunqua, dunque: 518,18; 519, io. Per la fin. in a nei rifl. di unquam, v. Caix, Orig., 44.

affare : un palagio di nobile —, aspetto : 680, 28.

afrigete, affìigete: 525, 1; v. AGI xvi, 408.

aguaito, agguato: 367,11; 522,31; v. Caix, Orig., 104-05 e NTF, 109-10.

agitila, guglia, l'obelisco del Circo Neroniano sul Vaticano, l'unico ancora in piedi a Roma nel sec. xiv: 208, 4. I diz. hanno aguglia, ma v. LREW 144.

aguto, chiodo: 409, 28 e 36 (DEI e GDLI).

aire, aria: 75,17; 120,5 ecc; cfr. aria e arie; v. Caix, Orig., 110-112, e AGI xvi, 414.

aitare, aiutare: 191, 27; 302, io, ecc, ma meno com. di aiutare (GDLI); atasse: 630, 30; v. Caix, Orig., 105 e 114-115, e NTF, 109-110.

albergarla, alloggiamenti ufficiali di personaggi illustri: 642, 35 (TB, 1).

albergo, qui casa, abitazione privata: 15. 3°> fare uno —> far da oste: 391,15 (TB, 1).

àlboro, albero: 394,8; arboro: 13,32; 14, 31, ecc. (GDLI).

alcuno, nessuno: 8, 20; 178, 1; 461, i, ecc. (GDLI, 4).

aldace, ardito: 162,32; aldacia: 624, 9 (GDLI); v. Caix, Orig., 98-101.

aldiuiore, consigliere, guida: 476,27.

allagrezza, allegria: 415, 21.

allargarsi, confidarsi: 376,21 (GDLI, 13)

allocagione, affitto: 681,31 (XTF e GDLI, allog-).

alpe: per V—, verso i monti: 358, 19 (TB, 4 e LN xvii, 94).

alsì, anche: 421, 14; 633, 36 (TB).

aitatilo, altrettanto: 518,28; 579,21 (GDLI).

alto : et io li parlerò —, chiaro: 422, 30; ad alta voce: 22, 2; 29, 34 (GDLI).

altore, autore: n, 2; 20, 5 e 6; 23, 3; 26,2; 37,6; 40,4, ecc. (GDLI); aultore: 37,8; 72,6; 345,14; ma anche autore: 9, 6 e 13; io, 1; 23,6, ecc; v. Caix, Orig., 98-101.

altorità, autorità: 617, 15 (GDLI).

altretale : che in — come tu, che in qualcuno, un altro simile a te : 57, 24.

altri, alcuno: 25,2; 59,35; 82,32 (GDLI, 1); altre, altri: 6,10 (TF, xxiv-xxvi). altro (-a), nel signif. di reliquus: coll'altra brigata, col resto della brigata: 40, 2; l'altra parte del mondo, tutto il resto del mondo: 220, io; l'altro consiglio, il resto del consiglio: 222, 29-30; l'altra famiglia, il resto della famiglia: 451, 1; per tutto altro paese, per tutto il resto del paese: 741, 33-34; v. AGI xii, 386. L'altra sera, l'indomani sera: 489, 36.

altro', altrove: 55, 5; 70, 18; 106, 21; altrove: 658,11, ecc; v. AGI xvi, 407, e Parodi in Rom. xviii, 600.

aluminonno, illuminarono: 212, 6. Per questi esiti del peri., v. AGI xn, 166.

amaestrare, informare: 229, 15.

amandolo, mandorlo: 439, 12 (DEI; GDLI reg. amandola). Cfr. mandole.

ambrosiani, ambrogini, moneta milanese {tre fiorini e XII —) : 629, 9 e io.

amburi, ambedue : v. HGIS, § 980 e SLI iv (1963-64), 128, n. 5. GDLI reg. amburo

amendu', ambedue: 58, 32; amendue: 69,30; amendui: 116,22; mendue: 380, 16; v. HGIS, § 980.

amicco, ammicco, cenno col capo: 343, 21 e 27; 530, 17 (GDLI).

amirazione : prender —, stupire: 350 io; 581, 21 (GDLI, 2).

amonizione, munizioni, materiale bellico: 483,24; v. Cron., 11, 140 e gloss. (diz. : ammun-).

amore : per —: a causa: 404, 12 (—della moria); 688, 34 (— del tormento). Cfr. Cron. 11, 392 e GDLI, 13. VN 10 dice vivo ancor oggi.

*an, anco: 9, 19; v. HGIS, § 963.

analda: giubettino all' —, stretto e corto, secondo la moda di Analdo (v. qui nell'indice dei nomi propri), o Hainaut, centro commerciale belga alla cui vita cavalleresca si ispirava una certa moda: 45, 12 (l'unico es. reg. dai diz. è quello del Decameron, vii, 3). Il Fumi (pp. 188) reg. anche « giubboni di panno e di baracano a ghirone o alla nalda » e « cottardite a nalda doppia » (al V— ?).

anamorarsi, innamorarsi: 154, 3.

ance: anzi: 401, 28.

anconese (f. pi.), anconetane: 431, 7 (regol. è invece anconetana: 432, 7; 434, 3, ecc).

andamenti, abitudini : 506,1 (GDLI, 5).

andare: andiano, andiamo (regol. con il pron. in enclisi): 74, 16; andonno, andarono: 136, 29; andorno: 34, 31; andarono : 74, 6; andarono: 161, 20; gìo: 49, 33; 95, 21; ito; 62, 34; 69, 17; w: 297, 3; 376, 29.

andugio, indugio: 659,27.

anfanare [Deh, va, anfani tu?), vaneggiare: 107, 29 (GDLI, 1 e DEI); v. AGI iv, 390-391 e REW, 3194.

àngiori, angeli: 160, 30.

anomerare, contare: 118, 17.

anorevolmente, onorevolmente: 104, 7.

antico: — omo d'anni, vecchio: 263, 22 e 264, 13 (GDLI, 5).

antifesim, « antithesim »: 52,19.

aombrò, adombrò, imbizzarrì (detto del cavallo): 494, 35 (GDLI, 6).

aparare (app-), imparare: 89, 6; 239, 17 (GDLI).

apensare, pensare: 552, n e 24 (GDLI, app-).

apiacere, sconto: 114, 9 (TF); fare —, v. s. fare.

apiccicaticcio, contagioso: 269, 36.

apogiato: — l'uscio, chiuso senza lucchetto o chiavistello: 411, 7.

aportare, portare: 80,4; aportonno: 253, 9 (GDLI, app.).

aperrò, aprirò: 346, 18; v. NTF, 64-65. apiattate, nascoste: 105, 14; 163, 32 (GDLI, 1).

appo, in confronto a, al paragone di: 145, 11 (NTF e GDLI, 9) ; v. HGIS, §§ 308 e 824.

aprendere, accendere: 122, 23 (GDLI, app-).

appressimarsi, approssimarsi: 657, 20; v. Legg. Lucch., 185, Tristano, TB. apressonno, appressarono: 665, 32.

aqualmente, egualmente: 589, 35.

arcatore di parole, ingannatore, truffatore: 404, 16; 408, 9 e 15; (GDLI, 2).

arcibanco, cassapanca: 259, 29; 260, 26 (DEI, archibanco).

arcile, madia: 80,32 e 35 (TB); v. AGI xii, 172.

arcone, grande cassa: 628, 12 e 13 (DEI).

argomento, abilità, dote, capacità: 85, 34 (GDLI, 6 e 8); rimedio, medicina in generale: 6, 3; 76, 5 e 12, ecc. (GDLI).

arguire, argomentare, presentare argomenti: 91, 33 (GDLI, 3).

aria; 84,34; arie (sing.): 141,13; 179, 13. Cfr. aire.

aricordato, ricordato: 323,25 (GDLI, arr-).

ariento, argento: 101, 20; 104, 8 (GDLI).

arieto, v. s. indirieto.

armata: sentendo V— dei veneziani, mobilitazione, armamento: 241, 15.

artifici, membro di un'arte, di una corporazione: 48,4; 220,5 (GDLI 7).

arzurro, azzurro: 69, 21; 71, 8 (v. AGI xii, 118 e AGI xvi, 406).

asapere (ass-), sapere: 314, 15; 400,3 (GDLI).

asegnitore, eseguitore, ufficiale di giustizia: 107,11 e 36; v. AGI xvi, 400.

asentare, allontanare: 112,32; 293,8 (GDLI).

asentire, sentire: 62, 7; 121, 14 (GDLI).

asettaculo, pigrone, poltrone: 354, 29.

asettare (ass-), porre a sedere: 206, 12; sedersi: 220,12 (GDLI, 13): asettata, calzante, attillata: 533,24 (GDLI, 8); assetata, assettata: 206, 12 ; colle mani assettate, strettamente legate: 241, 31.

asma: ell'è un'— a vederlo, una cosa pietosa: 307, 5.

asolugione, assoluzione: 470,22; asolvigione, soluzione: 319, 31 (v. anche s. solvigione). Anche asoluzione (nei due signif.): 18,12; 78, 14; v. Caix, Orig., 159-162.

asolutore, solutore (di una questione) : 286, 6.

asolvere (ass-), sciogliere, risolvere una questione: 91,2; 127,20 (GDLI, 7).

aspro: fare dell'—, v. s. fare.

assa', assai: 483, 27.

assequio, esequie: 58, 22; v. AGI xvi, 400.

assetato: avendo — l'orina, avendo annusato l'urina: 333,3; da seto, odore (DEI e TB, s. assitare). Per assetata v. asettare.

assimigliare : assimigliando il mondo esser fatto com'uno vuovo, paragonando la forma del mondo a quella di un uovo: 92,22.

assottigliarsi (asot-, sott-), aguzzare l'ingegno, o la memoria: 40, 6; 89, 25 (GDLI, 5). Cfr. sottigliare.

astrolagi: 27,24; istrolagi: 27,5.

atasse, v. s. aitare.

atendere, intendere: 73, 6 (TB, 14, att-).

atratto, rattratto, storpio: 527, 36 (GDLI, 5, att-).

atto, pronto, disposto: 89,2; 189,24 (— a combattere); 524,27; capace: 202,8; 366,22 (— a rubare); idoneo, forte {guanti, corazza e gambiere et una spada, lustranti, belle e —) : 45,5; GDLI, 1.

audienza, udienza: 187, 29 (GDLI).

aultore, v. s. altore.

aumilierè', umilierebbe: 471, 33 (GDLI).

avale, ora, adesso; 228, 4; 356, 32, ecc. (GDLI); v. AGI in, 334.

avallare, abbassare, spingere in giù: 424,23 (GDLI, 1); diminuire, o forse anche ristorare (per poter — la fatica del caminare): 602, 3.

avere: ind. pres.: habbo, ho: 53,28; 93, 4; ecc. (v. LL, ii, 257); hoe: 48, 10; hae, ha: 48, 25; oviamo: 65, 6; abiàno, abbiamo: 59, 34; imperf.: atei, avevi: 198,25; avavamo: 401, 27 e 29; avavate; 471, 20; avìano, avevano; 103, 16; perf.: ebbeno {eb-): 13, 36; cong.: abino: 275, 31; part.: auto: 18, 33. Nel signif. di « fare venire, mandare a chiamare »: 145, 18. Uso impers. : ci ha, c'è, avea, c'era, ecc. : 33, 30; 144, 11; 234, 5; 250, 17, ecc.

aviamento, opportunità a riprendersi negli affari: 374, 9 (GDLI, 5, avv-).

avolio, avorio: 128,5; 663,29; v. AGI xii, 390.

 

boccio, bacio: 688, 3.

bacinetto, celata: 597, 27 (GDLI); soldato armato di bacinetto e di corazza: 149, 15 (DEI).

bagascio, drudo di meretrice : 289, 11 e 15 (GDLI); v. LREW, 1131.

bagordare : — per amar di donna, dar prova di abilità o destrezza nel maneggiare armi o cavalli: 373,22 (TB e GDLI, 1); v. anche s. bigordare.

balascio, varietà di rubino così chiamato dalla provincia afgana di Badakhshan da cui proveniva: 116, 24 (GDLI).

balchi, palchi: 653, 18 e 33 (GDLI); parchi: 643, 31.

balestro, balestra: 84, .29; 87, 1 (GDLI); v. LL, 11, 246.

balìa, energia, forza: 389, 4 (GDLI, 3).

bambacello, rossetto, belletto: 137, 7. Da bombacella, il papavero selvatico, che veniva usato nei preparati cosmetici (v. in DEI, e la n. di F. Ageno, Cosmetica femin. in un son. dell'Angiolieri, LN, xvi, 65-66). Il prodotto appare nell'inventario della spezieria dei figli ed eredi di Stefano Fatinelli, sequestrata a Lucca nel 1423, incluso s. la v. spezierie in GB.

bambagio, bambagia morbidissima di cotone: 219, 28; 671, 33; ecc. (GDLI); ma anche bambagia: 6t2, 33.

bambolo, bambino: 347, 6 (GDLI, 1).

banca, tribunale, corte di giustizia: 252,4 (GDLI, 2).

banchieri, banchiere: 401, 18. Per gli esiti in -ieri, v. Bianchi e Ascoli, AGI ix, 381 sgg.

barattarìa, bisca, banco del barattiere: 293, 14; 417, 21 (GDLI, 4).

barlette, barilette o, in generale, vasi o fiaschi da vino, ma qui forse eufemismo per meretrice, dato che le barlette piene di vino o liquore erano portate dalle donne al seguito dei soldati (cfr. gli ess. in TB s. i nn. 4 e 5) : 27, 24. Anche barletto, bariletto: 302, 3.

baronìa, compagnia, adunanza di baroni: 386, 1; 643, 12 (GDLI, 4).

basalischio, basilisco, serpente velenoso, ma qui, per trasl., con signif. osceno: 411, 9.

basciare, baciare: 38, 14; 74, 3; 134, 7; 134,21; ecc; v. AGI xvi, 405 e NTF, 11, 29-31.

bascino, bacinella: 135, 14; contro il regol. bacino: 135, 3, ecc.

batanculi: mi paiano cotali —, buoni a nulla: 354, 5.

battiloro, artigiano che lavora oro ed altri metalli preziosi riducendoli a lamine o foglie sottilissime : 113, 16 (GDLI).

bavaglioro, bavaglio : 453, 32 (cfr. DEI s. bavaglio).

becca, punta, pizzo: 89,9 (comprasi uno capuccio colla — corta). VN cita dal lucch. : « le quattro becche del fazzoletto ».

beccarino, truffatore: 465,31; era nel Medioevo lo sgherro al servizio di una fazione (Salv., AGI xvi).

bellico, ombelico: 578,31 (GDLI); v. AGI ni, 392.

bellistà, « ben gli sta » ridotto a sost. : 521,9; 559,5 (beli-); v. Cron., iii, 409.

bere: ind. pres. : benno, bevono: 409, 31; perf.: beve: 20,19; 302,23; beveno, bevettero: 716, 1; imp. : bè: 304, 19; pp. beuto: 20, 20.

beveragio, pozione, filtro: 693, 23; 757, 33 (GDLI e DEI).

beverone, pozione, filtro: 299,9; 757. 21 (GDLI, 2). biasmonno, biasimarono: 743, 11.

biasimando, maledicendo, imprecando: 589, 12 (GDLI).

bigari, buffonerie: 616,12; Cron., gloss. (TB s. bigeraio).

bigordare, bagordare, giostrare con bigordi: 341,21 (GDLI); v. REW, 1098; v. anche bagordare.

bigordo, asta da torneo : 641, 34 ; v. REW 1098.

birba: l'arte della —, l'arte della truffa, della frode: 234, 13 (GDLI, 3 e 4).

biricuocolo, biscotto di farina e miele: 171, 2, 3 e 17 (GDLI, s. berico-). Cfr. Arlotto e REW, 6712.

bisticcio, componimento poetico basato su ingegnosi giochi di parole, su voci contrastanti per suono o significato: 737, 22 (GDLI).

boccolieri: più tosto maestri del — che della spada, maestri di buone vivande: 479,21; il sarcasmo risulta dalla vicinanza con broccolieri, sul quale è modell., che a Lucca stava per « brocchiere », scudo ; v. BL, 272 e DEI.

boccone: amici di —, parassiti: 327, 9.

bonaccia, disposizione calma e serena: 640, 13 (GDLI, 3).

bondanza, abbondanza: 489,22. bontà, virtù, arte, opera virtuosa: 133, 19; 640, 18 (GDLI, 9).

bonzora, vescica (VN), ma qui, con signif. trasl., la vulva: 68, 24 (DEI, bonzola).

bordone, trave maestra, di sostegno: 322,6 (GDLI, 2 e NTF); bastone acuminato, da assalto: 385, 20 (TB); e del pellegrino: 736, 1 e 9 (GDLI, 1); v. REVV, 1403.

bottiglieri, cantiniere, colui che aveva l'incarico di provvedere i vini per la mensa: 17, 19 (GDLI, r).

botto: pensonno a lui dare il — del danno, pensarono di caricare tutto il danno su di lui: 496, 10.

bracciate, abbracciare: 50,32; 267,5.

brachieri, cintura di castità: 582, 16, 22, ecc.

*braco, brago: 598, 13.

brevilegi, privilegi: 617, 36; v. AGI xvi.

briaco, ubbriaco: 677,22 (GDLI). brigare: briga di guarire, procura di

guarire: 142,13 (GDLI, 2). brigata: di —, insieme: 70, 2; 81, 15 GDLI, 7).

brocco: come se fusse di quelle del — (detto di una donna): 472, 4; il Salv. (AGI xvi) spiega: «Di quelle del mestiere, del bordello» ; e forse qui è vero (si cfr. la locuz. dare nel brocco, che signif. dare nel centro del bersaglio, reg. dal GDLI, 4); si noti tuttavia che, secondo CM, brocco, a Lucca, valeva: «Nodo o bernoccolo talora gommoso di cui va nettato il filo che è di scarto, se broccoso, e serve per drappi di poco pregio ». Per cui di quelle del — potrebbe anche significare, « di quelle di scarto, di poco pregio ».

brodalisti: di que' — da Firenze: 317, 26; spregiativo. I diz. recano brodolone, « uomo sudicio, disordinato » (GDLI).

*brutto, bruto: 321, 7; 658, 4 (DEI).

bu', bue: 304, 23.

'bucinare, vociferare: 544, 17 (GDLI, 2 e DEI).

bulcione, specie di dardo con punta di ferro ottusa: 84, 30; 87, 1 e 2 (i diz. hanno bolzone); v. AGI xvi, 403 e LL, ii, 231.

buona: essere in —, essere in buoni rapporti con qualcuno: 294, 8 (GDLI, 35).

busteccora, pettorina: 92, 25 busteccoro: 91, 24; v. AGI xn, 171.

 

ca' casa: 156,24 (GDLI); v. AGI xii, 125.

cabiale, gabbia, grossa vettura chiusa trainata da cavalli: 537, 1 (TB, 13 s. gabbia). Per lo scambio della velare sorda con la sonora, fenomeno comune nell'ant. lucch., si v. AGI xii, 120-121 e 150; per l'esito in ale, v. AGI xn, 170. caccia: 621, 17; forma lirico-musicale dei secc. xiv e xv a più voci e strumenti, basata su un testo descrivente un motivo di caccia; v. Carducci, Mus. e poes. nel sec. XIV, in Studi Letter. cit., ed E. Li Gotti, Poes. music. ital. del sec. XIV cit.

caddere, cadere: 493, 17. caendo: Io sono uno ladro e vo' — uno compagno che vegna meco, cercando: 58,19 (CDLI); v. TF e REW, 6923.

calcina, calce liquida usata per la concia delle pelli; 65, 36; 302, 16.

calcinaio, pozzetto di circa due metri di profondità ed uno e mezzo di larghezza in cui venivano poste le pelli ed immerse nella calcina : 64, 2 (TB).

calcore, calcole, pedali mediante i quali il tessitore alza o abbassa i fili dell'ordito ogni volta che vi deve intrecciare quello della trama: 562, 12 (GDLI, s. calcola).

caldi: in su' gran —, nelle ore calde: 557, 34calende: il male delle —, mestruo 232, 15 (TB, 2).

calonaca, canonica, dimora del curato : 490,29; colonica: 721, 15; calonaco: 59, 12; v. AGI xii, 152, e HGIS, § 328.

calzarotti, calzaretti, probabilmente allacciati alle gambe come le ciocie: 492, 13 e 22.

camarlingo, camerlengo, tesoriere: 8, 5 e 9 (GDLI); v. NTF, REW, 4.668.

cambera, camera: 16, 12; ma regol. camera: 16, 14, ecc.

camberiera, cameriera: 34, 6. Per l'epent., v. AGI xii, 120, e HGIS, § 236; regol. è cameriera: 26, 20, ecc. Bisognerebbe qui forse ricordare che la distinzione tra fantesche, servigiali e cameriere riflette quella descritta nel § 401 dello Statuto del com. di Lucca dell'anno 1308 (v. l'ed. a c. di S. Bongi e L. Del Prete, Lucca, Giusti, 1867), in cui queste ultime venivano lasciate libere di portare un vestiario provocante e lascivo (con pianelle e ghironi) che le accomunava alle cortigiane, non permesso alle fantesche che dovevano invece vestire in modo austeramente semplice (v. Fumi, p. 180).

cambiano, cambiamo: 190, 23; v. Verbi, 100 sgg.

caminoro, camminarono: 453,28; v. NTF, I, 146 e sgg.

candella, candela di cera: 58, 31; 121, 28; 174,21, 28 ecc; cfr. la v. sg.

candello, candela di sego: 121,22; 160,26; 174,20, 35, ecc; v. LL, 246 e 235-241. A p. 279, però, il Parodi non crede alla differenza fra candelo e candela, testimoniata dal vocabolarietto senese che egli cita. La differenza fra le due voci è testimoniata qui nel corso della narrazione della nov. xxxvii.

cantora: 88, 21; 89, 11; 90, 3: scrittoio ed ufficio di notaio; vennero così chiamati poi gli uffici lucchesi presso i quali venivano registrati i contratti (le cantore) fino al 1807 (BL).

capanetto, piccolo capanno: 438, 26 e 31.

capello, cappello (che aveva già il — della superbia): 693, 2.

capezzata, scapaccione: 302, 11 e 12 (GDLI, 1).

capovana, schern., modell. su capitana: 222, 21.

cappellina (cap-), piccola cappa: 431, 28; 581, 24; 582, 1 (NTF.s. cappella)

caputo: poi che nel capo l'è —, entrato: 254, 31 (TB), con gioco paronomastico.

caritativa, caritatevole: 409, 13 (GDLI).

carnelevale (-re), carnevale: 149, 26; 349, 14; uno —, cioè una merenda: 131, 17, e forse con lo stesso signif. : 149, 14. Per l'evol. della forma, v. AGI xii, 155 n.

carnolovare, carnevale: 150,28 e 31; 350, 30 ; cfr. v. prec.

carpita, coperta villosa da letto: 377,21 (TB).

carta, strumento notarile: 39, 10 (NTF).

casalino: 506,28; 604,19: «spazio determinato di terreno, non troppo esteso, chiuso da un muro almeno da due lati, che può essere coperto o scoperto e anche munito d'uscio e servire da magazzino » (C. Lupi, La casa pisana nel Medioevo, ASI, xxix (1902), 213-214). Le spiegazioni offerte dai diz., dal Salv. (AGI xvi) e dal Bongi (BL), di « piccola casa cadente », o di «fattoria, casa di campagna », non crediamo facciano al nostro caso.

casamento: tenea il suo tesoro in uno —, qui forse casotto: 399, 19.

casarecce, casalinghe: 177, 8 (GDLI, case-).

cascione, grossa cassa: 400, 17; cassone: 400, 13 e 14.

cassabanca, cassapanca : 336,4 ; 434, 27.

cassare, rimuovere da un ufficio: 477, 17; pp- casso: 477, 19, 485, 1 (ma cassato: 477, 25).

castellano, capo della guardia al castello della porta: 483, 3, 6, ecc.

casticamento, castigo : 679, 2 ; casticazione: 263, 2.

casticonno, castigarono: 352, 15; v. AGI xii, 166.

cateratta, botola con imposta in cima ad una scala che congiunge due ambienti sovrapposti: 530, 34 (GDLI).

catreda, cattedra: 91, 32; 672,33; 673, 1.

cavalcarono, cavalcarono: 643, 14.

cavestrella, monellaccia, ragazza scapestrata: 227, 20 (TB, s. capestrello); cfr. la v. seg. Per lo scambio fra lab. e labiodent. v. AGI xvi, 410.

cavestro, capestro: 74, 5 e 7; scellerato, degno di forca, scapestrato: 391, 18 (GDLI, s. cape-, 4); ma capestro: 102,20 e 103,7; cfr. la v. prec.

cavo: nel più — si lassò cadere, profondo: 493, 33 (GDLI, 7).

celestie, celeste: 5, 4.

celestra, celeste: 192, 34; v. AGI xii, 118.

centonaia, centinaia: 20, 25.

ceragia, ciliegia: 253,9; 664,8, ecc;

ceragio, ciliegio: 664, 11, 27, ecc. (GDLI); v. AGI xvi 405 e REW, 1823.

cerbaia, sterpaia: 467,34. GB ha un es. simile dagli Stat. Cecinesi; il Salv. accosta la v. all'alto it. gèrbo, gèrbido (AGI xvi, gloss.).

cerca: mettersi alla —, andare in giro per la città a visitare i luoghi notevoli: 309,24 (GDLI, 9). cercare la terra, visitare la città: 560, 3 e 41 570, 5 (GDLI, 7).

certificare, accertare: 50, 18; 407,5 (TB, 2).

certo, abile, atto: 257, 11.

cervigliera, cervelliera, elmo: 522, 17 e 33 (GDLI e NTF) ; v. AGI xvi, 400.

che, cui; 396, 7; 421, 24; a cui: 464, 17; 466,22; di cui: 137,29; 360,29; 488, 4; dal quale: 269, 34; 484, 10; dove: 91,25; quando: 281,14; 370,4; attraverso cui: 721,5; per che, per cui: 519, 2 e 18; 530, 27-28; ched è: 322,33; 438,24 (Caix, Orig., 126, TF, AGI xii, 123). chi (pron. ed agg.), cui: 250, 21; 470, 32; 472, 29; 528,15; colui che: 248, 5; coloro che; 16, 14; 573, 12.

chiappa d'aguto: 409, 28; chiappella d'aguto : 409,36, testa di chiodo (AGI xvi, gloss.). I diz. registr. questo signif. s. la v. cappella o cappello.

chiara: ne sono —, certa: 246, 15 (TB, 43).

chiavare, inchiodare, attaccare fortemente: 389, 5; 394, 5; 503, 21 (GDLI).

chichesia, qualcuno: 310, 32 (GDLI, 3, chicche-).

chiericia, il clero: 21, 30; 303, 12 (TB).

chieste, richieste, domande: 577, 18; 617, 30 (GDLI).

chiovellini, chiodini: 394, 4. I diz. hanno chiovello.

cigliata: con uno coltello la scarsella cigliatasi, tagliatasi: 467, 25. Il signif. proposto del DEI s. cigliare («cucire le ciglia, particolarmente di uccelli che servivano da zimbello», derivandolo da ciglio sul mod. del più ant. franc. ciller) non fa al caso nostro. Propenderemmo invece verso la soluzione del LREW, 8557, che connette ciller con *seculare (alter. da secare) attraverso siller, anziché con cilium (cfr. anche REW, 7793a).

cincighiandolo, cincischiandolo, tagliuzzandolo: 307, 16.

cìntora, cintola, cintura: 463,20; 471,14; 484,33; cìntore: 101,20; cintoretta: 514, 14; cintra: 464, 35; 465, 12; 466, io; 471, 15; cintura: 104,8; 116,19; 514,17; v. AGI xii, 125 e xvi, 403.

cipolla squilla, scilla o cipolla marina: 354,22; 355,11; più grossa della cipolla comune, il suo bulbo produce violenti effetti urticanti e diuretici (TB).

circustanze, vicinanze, dintorni: 692, 7 (GDLI); la gente delle vicinanze: 350,25; 386,25; circustanti, presenti: 154,23; 234,11.

ciscuno, ciascuno: 417, 8; V. AGI xvi, 399.

citerna, cisterna, pozzo: 677 3, g. ecc. (cisterna: 677, 14, 15 e 32).

*: ho rotto il—, capo: 614,8 (GDLI, 2).

co' con: 27, 33; 59,6; 84,6; ecc; come : 450, 14.

cocca (B): 405,25,29, ecc: nave a vela quadra, di forma rotonda, che nel Medioevo veniva adibita a trasporti veloci (GDLI, 1).

codichi, pl. di codice (o codico) : 496, 28 ; v. AGI xvi, 420.

coffari, cofani: 653, 35 (BL, 81 e AGI xii, 174).

cognati (cu-), coniati: 118,13; 395,16; v. AGI xii, 116-117.Cfr. anchecugno.

cognoscere, accorgersi, intendere, notare: 55, 25; 62, 1; 180, 19; ecc; apprezzare, valutare: 53, 19; distinguere: 411, 10; cognoscenti del paese, esperti del luogo: 422,1; perf. cognove: 55, 25; cognobe: 73, 31.

collare, far scendere, calare giù: 510, 3 (GDLI, 2).

collato, convinto, persuaso: 329, 36; forse da conlatum (p. di conferre), « portato, condotto alla ragione? (cfr. DEI s. v.).

collazione, colazione: 550, 15; 712, 36.

collo: in —, in braccio, addosso: 268,18; 277,3; ecc. (GDLI, 11).

collorito, colorito: 361, 9.

colpandolo, picchiandolo: 420, 4 (GDLI, 2).

colpegiandosi, picchiandosi, battendosi: 512, 6 (GDLI).

colpo: a uno —, in una volta, insieme: 69, 22 (GDLI, 23).

comaratico, vincolo di parentela contratto fra la madrina e la famiglia del figlioccio o figlioccia: 725, 30; v. AGI xvi, 426, e HGIS, § 1131.

commendare, lodare: 158, 4 (GDLI, 3).

comettere (comm-), affidare: 90, 27; 131,16; pp. commessi: 5,11; comissi: 5,6; comessa, calzante: 683,25.

compagna, compagnia: 338, 20; 339, 19 e 22; ecc. (GDLI).

compagnone, uomo di grossa statura, ma qui, per trasl., per asta virile: 82, 35; compagno di furti o ribalderie in genere: 452, 28; 453, 1 (GDLI, 3).

comparatico, vincolo di parentela contratto fra padrino e figlioccio e le loro rispettive famiglie: 522,4; 725, 1 (GDLI). Cfr. comaratico.

comparire, far bella figura: 245, 24 (GDLI, 5); comparire alla catelana: 719, 14; ma qui il significato dell'espressione sembrerebbe in contrasto con le testimonianze contemporanee modellate sulla proverbiale avarizia dei catalani (v. B. Croce, La Spagna nella vita italiana durante la Rinascenza, Bari Laterza, 1949', pp. 26-28).

competente, notevole: 341, 18 (GDLI, 3); competentemente, notevolmente: 54O, 1.

comprare: fut. : comperò: 317,11; comperrò: 642,32; condiz.: comperei: 53,22; cfr. ricomperai (ricomprerai) ; v. NTF, 57 e sgg. comprendere, conoscere: 305, 5 (GDLI, 10); notare: 202,23 (GDLI, 11); comprese, pensò: 409, 24.

compressione, complessione, indole : 226, 12 (GDLI, 2).

concetto: il mio — è stato buono, i miei calcoli erano corretti: 285, 3 ; 733, 3 (GDLI,9); pp. di concepire: 27,3.

conciare, rappacificare: 623, 35 (GDLI, 22); — il cavallo, averne cura: 456,12 (GDLI, 15); -si, curarsi: 757, 7 (GDLI, 13).

condannagione, condannna : 468, 8 (GDLI)

condizione, carattere, indole: 143, 4 e 5; i55,30; (GDLI, 8).

condicevole, equo, giusto: 329, 11 (GDLI).

condurre: 187,5; conducere: 72,5;

conduceno, conducono: 18, 20; conduchiate (cong.) : 596, 16.

confetto, dolciumi: 29,30 (GDLI, 3); preparato medicinale di sapore gradevole: 268,30 (GDLI, 5).

confezione, preparato medicinale tonico: 34, 26; 122, 5 (GDLI).

confini (f. pl.), confini o il confine: 32,1; 109,22; 693, 7 e 8; ecc.; v. Lucchesini, p. 91.

confortare, incoraggiare, esortare: 42,5 (GDLI, 10); rifocillarsi: 676,8 (GDLI, 9).

conno, vulva: 448, 16, ecc. (GDLI).

conservatore, qui certo « — di legge », magistrato preposto alla pubblica sicurezza: 618,1 (GDLI, 5); l'ufficio cessò a Lucca nel 1369 (Cron., 1, 163, e BL, 378).

consonanti: con voci —, in armonia, armoniose: 691, 3 (GDLI).

consorte, consorteria, gruppo di famiglie legate da parentela o da interesse di parte: 281, 36.

contaminare, turbare qualcuno, offenderne il pudore : 687, 6 ; 698, 36 (GDLI, 4 e 5).

contare: fut.: contro: 9, 10 (v. AGI xii, 166-167); perf. : contonno, contarono: 187,35; pp. : contati, riferiti, descritti: 14, 20 e 22 (GDLI, 8).

contastare, opporsi, resistere: 208, 16; 211,2 (TF);

contasto, contrasto, opposizione: 135,5; 258,28.

contenere, col signif. pass. di « esser contenuto»: 177,28. Per questi modi, v. VIA, 66-67.

contentrà, contenterà: 148, 22.

contrafare, falsificare, 288, 16 (GDLI, 1, contraff.); contrafatto, falso (di denaro o valori): 117,33; 118,6;

cambiato, irriconoscibile: 270,1; 271,14 (GDLI, 4); fatto, operato contro (ha contrafatto a giustizia) : 41, 34.

*contraio, contrario: 608,11.

contribuire: contribuiva delli uffici della terra, dava, attribuiva pubblici uffici: 692, 24.

contumacia: tu sarai meco in —, perderai il mio favore : 227, 9 (GDLI, 6).

convenenzia, situazione, incidente: 82,27; 162,3 (GDLI, 14); patto, intesa: 554,5 (GDLI, 11); modi, comportamento: 429, 16 (cfr. Tristano, s. convenentre).

convenire, esser necessario (impers.): convegnino: 281, 21. Spesso in costruz. person.: 80,1; 162,18; 222,10; 294, 17; 310,10; 601,24; 641, 29; ecc.

copertoio, coperta: 306,25 (GDLI).

coppo (copo), orcio, giara che serviva anche come misura di capacità: 250, 11, ecc. (GDLI, 1 e LL, 246).

cordiali nemici, che nutrono un odio profondamente sentito, irriducibili: 421, 23 (GDLI, 2).

coròmbalo, garofano: 517,8; v. REW e per l'epent. cfr. il calabr. carònfalu.

corrente, veloce: 85,29; 418, 22 (GDLI, 1).

correte, correrete (aplologia): 86, 11.

corruccio, ira, lamentela: 503, 17; sdegno : 742, 29 (GDLI, 3) ; v. LL, 222.

corsale, corsaro: 240, 18 e 20 (GDLI).

cortesia: ricevere a —, ricevere con cortese ospitalità: 120, 18.

coscienza: con mia —, con mia cognizione (e dunque, col mio tacito consenso) : 623, 21; 694, 22(GDLI, 11).

costretto, angustiato, preoccupato: 30, 2 (GDLI, 4).

costuma, costume: 85, 18; 86, 3; 228, 34; 298, 25 (GDLI e TF); costume; 144, 23; 243, 3; v. LL, 246 e 274.

cotestui, costui: 423,8.

credente, credulona: 415, 35 (AGI xvi ).

creve, crebbe: 106, 15.

cristei, clisteri: 121, 17; v. AGI xvi, 404.

cristiano di cintura: 539, 21 e 24 : erano così chiamati i cristiani della Terra Santa convertiti da san Tommaso apostolo, dalla cintola che, secondo una leggenda, il santo avrebbe ricevuto dalla madonna assunta in cielo. Ricevevano il battesimo di fuoco (GDLI, 15 e GB).

cruscuolo, crogiolo: 114, 26 e 27; v. REW, 2011, 6; cfr. la v. seg. cruzuolo, crogiolo: 113,7; 114, 17; cfr. la v. prec.

cugnare, coniare: 118, 13; 395, 16; cfr. cognati.

cugno, conio, zecca: 118, 13; 395, 16; ecc; v. AGI xii, no, e AGI ix, 382-383; (ma anche zecca, v. s.).

cui (pron. ed agg.), chi: 17, 23; 266, 7; 528,12; 558,8; quale: 28, 29; di chi: 231,23; lui: 86,10; che: 129, 24; la cui, la quale: 37, 16.

culagna, escrementi: 428, 9.

*culì, coli (avv. di luogo): 591, 2.

cumiato, commiato; 18,36; 73, 28; 98, 32; ecc.

cuoce: quanto la morte tua mi —, mi brucia, mi addolora: 76,8 (GDLI, 6).

cuscito, pp. di cucire: 119, 25; 334, 33; v. AGI xvi, 405 e NTF, 29-31.

custore, costore, sarto: 44, 34.

 

da, a: 54,20; 85,5; di: 27,29; per (finale): 77,1; 302,15; circa: 366, 22 (da XX compagni atti a rubare); 609, 32 (da terza giornata, circa tre giornate) ; mancante davanti a infinito: 138,29; 563,26; 605.33; omo più tosto da rubare che da offerire, incline a rubare piuttosto che a opere di carità : 40, 14.

dado: mal —, dado truccato: 467, 7-8.

dapoi, v. s. dipo.

dare: perf.: diedi, 21,35; *dietti: 658,8; die: 45,10; diede: 42,6; dienno: 44,30; detono: 276,22; fut: drà, darà: 27, 12 (v. AGI xii, 166); dar l'esercizio (compiere un dovere?): 215,4-5; 217,4; dar luogo, cominciare: 201,3-4; dar l'ordine, disporre, preparare: 69, 17 e 25 (TB); dar nome, sparger voce: 247,21 (TB); dar suono, sparger voce: 451,34 (TB); darsi la via tra' pie: incamminarsi a buon passo: 467,15; darsi malinconia, addolorarsi: 80, 9 (TB, 220).

defensione, difesa: 596, 36 (GDLI).

deliberare {dil-), liberare: 15, 7; 24, 33 (TB, 1); decidere: 25, 19 (TB, 1);

diliberonno, deliberarono: 25, 19; con animo deliberato, deciso, determinato: 175, 26 (GDLI, 3).

*den, denno, v. s. dovere.

deretana, ultima: 237,7 (GDLI).

derrata: buona —, buon affare: 54, r ; 465, 13-14 (GDLI, 8).

desideroso: — di costui, preso da affetto per costui: III, 1; desiderosa del figliuolo, piena di affetto per il figliuolo: 48, 10; io ho a le mani una mercantia al mio animo desiderosa, cara, che mi sta a cuore: 150, 13; desideroso apetito, avido, smanioso desiderio: 64, 16 (GDLI, 2).

destro, voglia, desiderio: 332, 6; piacere, agio: 73,17; 563, 34 (GDLI, 1) ; opportunità: 445,9 (GDLI, 1).

determinare: — tale questione, dirimere: 286, 2; 290, 25 (GDLI, 5).

dettare, dottore: 274, 7.

devoto: — santo, venerato, onorato: 409, 21 (GDLI, 9).

diaule, diavolo: 179,21; 182,29; ecc(forma vocat., cui corrisponde domine: v. AGI xii, no); diavole: 335, 13; 336, 12; ecc; diavolo 471, 10; 472, 15. dicetto: me ne fate patire —, mancanza: 227,4.

dichiarire, chiarire, interpretare, rivelare: 16, 17; 128, io; 540, 4; 552, 1 (GDLI).

dieta, digiuno, astinenza: 487, ii (GDLI, 3).

difettuoso, sofferente, malato: 494, 31 GDLI, 8).

difinire (diff-), dirimere, definire: 15, 27; 251,12 (GDLI); pp. diffinita: 317, 35; cfr. finire.

difunto, molto pallido ed emaciato: 471, 28; 490, 5 (GDLI, 3).

digainando, ingannando: 218, 36.

dii, dei (pi. di dio): 214, 14 e 19 (ma dei: 580, 24 e 27).

dilevare, tagliare, sopprimere: 277, 33; 325, 22; v. AGI xvi, 427.

dilivrare, liberare, sbrigare: 266, 16 e 18 (NTF); finire; 379, 18.

diluviare, divorare: 424, 18; 483, 19 (GDLI, 5).

dimandare, v. s. domandare.

dimattina, domattina: 125, 28;

* dimane: 297, 21 (ambedue in GDLI).

dimorare, indugiare: 114,4; 645,29 (GDLI, 9: fut.: dimorrò, dimorerò: 114, 4; e pogo dimorando, poco dopo: 90, 9.

dimostrare, mostrare: 62,33; rifl.: 35, 12; in, 32; 434, 22 (GDLI, 1); fingere, simulare: 166, 27; 600, 10 (GDLI, 16).

dinegare, rifiutarsi: 204,13; 409,22 (GDLI, 4).

dipo, dopo: 540, 22; 745, 15; dipoi: 9, 4; 273, 3; 724i 29; 74i, 30; dapoi: 27, 19; 38, 9; 39, 14; ecc. (molto frequente); dapo': 218, 16; v. AGI xii, 142 e NTF, 128-131.

dire, domandare: 24, 30; 48, 16; 50, 30; ecc. (GDLI, 6); narrare, descrivere: 58,17; 267,20 (GDLI, 15); intendere, voler dire: 92, 10 (GDLI, 17); rispondere: 53,31; ecc; pres. ind.: di', dici: 18,34; dichiamo: 223, 17 e 20; dichianvi, vi diciamo: 477.34; diceno, dicono: 163,12; 180, 11; imperf. ind.: dicei, dicevi: 83, 28; 443, 30; perf.: disse, dissi: 14, 30; cong.: dichi: 84, 15; 109, 6; 149,26; dichiate 34,31; 471,30; imper. : dicamelo, dimmelo: 170, 26; pp. ditto: all'ora ditta, all'ora stabilita: 64, 31; w' si dice, chiamato: 61, io; 443,17; ecc.

dirietro, v. s. indirieto.

diritto (sost.), giusto: 671, 1 (GDLI, 6).

dirizzonno, indirizzarono: 27, 21.

disegnato, indicato: 16, 5 (TB, 13-15).

diseparati, separati: 236,33 (TB).

disertarsi, abortire: 493, 19; 495,20 (GDLI, 9) ; cfr. anche sperdersi.

diserto, senza un soldo: 466, 33.

diservigio, offesa, danno: 522, 25 (GDLI).

diservire, offendere, danneggiare: 38, 35; 522,24 (GDLI).

disfare, rovinare, distruggere: 300,4 (GDLI, 13).

disfazione, disfacimento, rovina: 247, 8 (GDLI).

disformanti: — dal tondo, disformi, che si allontanano dalla circonferenza perfetta: 319, 12 (GDLI, 3).

disonestare, commettere azioni disoneste: 63,36; rifless. : disonorarsi, macchiare la propria reputazione: 173, 25 (GDLI, 5).

dispensasse (B), permettesse, concedesse la dispensa: 743, 19 (GDLI, 1).

disperata, sciocca: 409, 12.

dispiacere (sost.), danno, abuso: 23, 14 e 18; 640, 9 (TB, 2 e 3).

dispuonere, decidere: 17, 5; 188, 33 (GDLI, io); deporre, destituire: 235123; 359,29; 619,10; 624,28; ecc. (GDLI, 17); esporre: 91,13; 462,25; 650,23 (GDLI, 16); preparare: 133, 21; 230, 33 (GDLI, 6); creare, nominare, eleggere: 36, 11; liberare, sgombrare: 711, 17; ind. pres.: dispongo: 423, 27; cong.: dispogna: 7,1; disponga: 246,36; ma diponea, deponeva: 274,8 (Cron., ibid., disp-).

*disterra, germoglia: 631, 14. distretta: a — tenuta, sotto stretta sorveglianza: 682, 13 (GDLI, 3).

distruggere, sciogliersi, liquefarsi: 28, 3 (GDLI, 1); v. anche struggere.

disutile, assai debole, tisicamente non idoneo (ma anche « brutto ») : 354, 8; 378,28 (GDLI, 3 e 4).

disvegliasse, svegliasse: 239,22 (GDLI). ditale: un — di bellissime anella: 116, 23; 117, 9; 118, 5; Salv. (AGI xvi): « Par detto di un oggetto su cui l'orafo infila gli anelli come in un dito»; GDLI spiega: «misura di capacità », riferendo uno dei nostri ess. Dubitiamo che questa spiegazione faccia al nostro caso o che, per lo meno, sia adeguata.

divariare, difierire: 686,8 (GDLI, i).

divario: 188, 20; divaro: 686, 26; v. Caix, Orig., 152.

diversitade, avversità, tribolazioni: 5, 6 (GDLI, 5).

divisa, descritta, sopraddetta: 730,8;

divisata: 343, 30 (NTF e GDLI, 4).

doble (pi.), moneta spagnola: 376,35 (GDLI).

dogio, doge: 395,14; dugio: 119,21; 395» 13; v- AGI xvi, 409.

doh (esclamaz.), deh: 189, 28; 268, 27 (GDLI).

dolere: non sentendo —, lamentarsi: 119» 7; v- VIA, 133-134 e 215.

doloroso, addolorato: 230, 7; 589, 33 (GDLI, 3) ; doglioso, addolorato : 601, 27 (GDLI).

domandare (e di-), interrogare: 15,9; 495,11 (GDLI, 3); dimandonno, domandarono: 85, 6; domandato, dato, concesso: 197, 14.

donde, dove: 453,5; 510,32 (GDLI).

donqua, dunque: 17,26; 319, 35; ecc donque: 634, 22. Cfr. adunqua.

donzello, servitore assegnato ad un Anziano del Comune in carica: 503, 26, 27, ecc. (GDLI, 3) ; paggio del signore: 40, 7 (GDLI, 2); erede del regno o del principato, ancora in giovane età: 647, 8 (GDLI, 1).

doperato, operato, funzionato: 268, 19 (GDLI, 3, s. ado-).

doppioncello, piccolo doppione, doppiere: 46, 2, 12, ecc.

doppione, doppiere: 46,19; 159,28.

doppo, dopo: 16,30; ecc; dietro (in poesia): 575,25 (GDLI, 3).

dormentorio, dormitorio: 97,22 (GDLI).

dosso: a —: 49,10; 82,32; in —: 35.18; 45, 6; da —: 29,25; 71,21; del —: 159, 13; su pel —; 362, 20; sopra il —: 216, 6; dossi: 368, 13.

dottare, temere: 137,2; 544,19 (GDLI); v. AGI m, 325.

dove, «ubi»: 12, 30; mentre (avvers.): 12,31; e allora: 713,36; 718,11; là, ivi: 410,34; 418,25; 467,36; 492, 33 ; 493» I > 5°4» 8 ; 520, 2 ; ecc. ; quando: 408, 7; 431, 23; 515, 6; ecc.

dovenrè', diverrebbe: 215,9.

dovere: debo: 114,9; debbo: 114,13; debiamo: 6,30; doviamo: 755,15; denno: 6, 33; *den, denno: 455, 14; debia: 755,21; 516,6; devuta: 265, 5.

drà (darà), v. s. dare.

*drieto, v. s. indirieto.

dubievole, pauroso, sospetto: 349, 26; pericoloso: 373,4; 391,7 (TB, 3).

dubitare, temere: 39, 31; 38, 33 (GDLI, 6); insospettirsi: 57, 12 (GDLI, 5).

dugio, v. s. dogio.

duolo, lamento: 73, 8; 192, 26 (GDLI, 5).

 

edificio, arnese, strumento: 582, 6.

effetto, ardore affettuoso: 600, 33.

effrenati, sfrenati: 16, 3 (TB).

èglie, v. s. essere,

elementate, composte di elementi: 5,ii (TB).

ellino, m. pi.: 163, 12; 193, 32; f. pl.: 651, 3; 714, 15

elto, alto: 278,17; 472,19; 474,3; eltissime: 298, 28. Sotto l'influsso di erto; v. AGI xii, 109 e xvi, gloss.; VN lo reg. come ancor vivo.

empienno, empirono: 251, 18.

empieto, empito: 87, 5; cfr. impietoli.

enserrati, chiusi, inserrati: 59, 25.

enterame, interiora: 329,31; 330,32; onterame; 329, 32; enteriuoli: 330, 16; v. AGI xvi, 427 e gloss.

entrare: fut.: enterrò: 720, 21; enterai: 677,21; enterrai: 418,12; enterà: 59,17; enterrà: 58,33; enterete: 236, 10; — in novelle: 359, 7; ed — in parole: 48, 18: entrare in conversazione. Cfr. anche intrare.

erata: tenere all'—, cioè a mezzo: 117, 17. La v. appare anche a Firenze nel 1444 (v. GMBT s. rata, e s. la stessa v. DEI che reg. arrata come del contado lucch.).

erbucci, m. pi. : 437, 4 : erbucce, erbe odorifere e saporifere che si aggiungono ad insalate o pietanze per renderle più gustose; v. Lucchesini, 91, e TB, 2; a Siena era questo il nome del prezzemolo (cfr. LN viii, 74).

ermìni: 303, 14; i frati armeni, che anticamente erano in Firenze al canto delle Macine, nella chiesa di S. Basilio (cfr. GB, e Le novelle di F. Sacchetti, a c. di G. Poggiali, iii, Milano, Soc. dei class. ital., 1805, n. alla nov. ccxvii, p. 271).

esaldire, esaudire: 187,1; 198,18; 665,2; v. AGI xvi, 403.

esmemorato, smemorato, intontito: 154. 4

essembramento, assembramento: 33, 21.

essere: ind. pres.: so' (1a sing.): 99, 19; so' (3a pl.) 382,20; *en, enno, sono: 747, 16; èglie, è: 28, 11; 82, 9; 389,34; 390,8; 476,31 (v. AGI xii, 125 e n.); stemo, siamo: 6, 29; 98,26; sete, siete: 6,27; perf.: fuen: 32,28; funno: 28, 8; furono: 531 15; fumo: 372, 1; ger.: stando: 439,10 e 24; 561,22; 573,19; ecc; sendo: 215,24; 636,14; 663,3; cong.: sii (2a sing.): 123,14; inf. ser: 179, 20; 295,15; 524,11; nei continuatori di fieri', fi' e fia, sarà: 30,4; 57,29; ecc; finno, saranno: 592, 12; in luogo ài fare (in espress. come « far caldo, freddo, » ecc.) : 707 3; se' errata, ti sbagli: 731, 25-26; — da poco, valer poco: 28, 1. estante: non —, non ostante: 230, 17.

estimolato, stimolato: 219, 19.

et : et io non sapea, neppure io sapevo: 629, 1.

examinatione, interrogatorio : 467, 35 (GDLI, 7).

 

faccia: di prima —, subito: 572, 10; 698, 15 (in —) (TB).

faccitore, fabbricante: 470,2 e 6; 581, 24 e 29.

fallire: — al marito, essere infedele: 212, 23; fallisceno: § 34, 32.

falsetta, di donna falsa, ipocrita: 432, 28.

famigliare (B), famiglio: 742, 13, 17, ecc. (TB).

fantastico: spirito —, fantasma: 22, 5.

fante, gendarme, soldato: 119,21; 423,35; fante soldato: 392, 1; fantesca: 133,4 e 35 (TB); servo: 45i, 5 e 7 (TB).

fare: ind. pres.: fo: 48, 22; 126, 18; fae: 85,6; fadamo: 483,34; faite (frequente): 31, 16 e 21; 32, 34; ecc. (v. Caix, Orig., 111-112); ind. imperf. : facei, facevi: 500,31: faciavamo: 725, 30; faciavate: 726, 14; facciavate: 606, 13; perf.: fece: 24, 32; fecce: 136, 15 (unico es.); feceno: 191,32; fenno: 24,32; *fer, fecero: 430, 10; ferno, fecero: 189, 32 (unico es.); cong. imperf.: facesse (2* pl.): 114,6; condiz.; "farla, farebbe: 737,12; gerund.: facendo (rariss.): 70,28; 432,4; faccenda (regol.) : 34,2; 37,25; ecc; fa' buot'a Dio, (esclam. tipica fiorentina): 125,1; 317,25; fare dell'aspro, fare il severo: 513, 20; — del grosso, comportarsi con arroganza: 502, 22 (TB 71); — del maestro, vivere da gran signore: 177,2; — piacere, fare uno sconto sul prezzo, dar la mercé a buon mercato : 114, 6 ; 117, 26 e 28; 322, 24; 465, 6 (TF, e cfr. TB, 21) ; tra te e me la facciamo, definiamo la questione tra noi due: 372, 33

fattore, agente commerciale: 52, 18; 260, 9; 510, 17 (GMBT); l'autore di un fatto: 736, 17.

fazione, forma, fattura, modo: 188, 18; 467, 30; 604, 7 (TB).

febra, febbre: 6,8; 156,30; 597,22; ecc. (v. AGI xii, 161); febre: 594, 7fermo, tacito, quieto: 28,7; 45,35 (TB).

ferraio, febbraio: 44, 30; 358, 17; 503,2; v. HGIS, § 261.

ferrare, fissare i ferri agli zoccoli di un animale, ma qui, per trasl., con signif. osceno: 448, 22.

ferriera, borsa d'artigiano contenente i ferri del mestiere (v. Arlotto, gloss.), ma qui sta pur vulva: 147, 6; ecc.

fesso (pp.), spaccato: 49, 18 (TB); (sost.) fessura (in poes.): 737,15.

*festuco, fuscello (qui usato forse soltanto per necessità di rima) : 737, 16.

fiaschi: apiccatori di —, parassiti e maldicenti: 325,9 (TB, 4).

fidanza, ardimento: 167, 2; fiducia: 324, 19 (in poes.); a —, arditamente: 352,25-353,1 (TB).

fidròe, fiderò, fut. ài fidare: 715, 3.

filosafo: 92, 20 e 31; ecc; più raro filosofo: 93, 11.

finestre maestre, v. s. mastra.

finire, definire, dirimere: 15 33. Cfr. difinire.

fio: faccendo tanto del —: 333, 9; fio, dalla lettera greca ϕ che, caduta in disuso, perse, come la nostra h, ogni valore nell'alfabeto (cfr. DEI e TB, con ess.). Il senso della frase sarebbe dunque: «facendo tante smorfie per nulla, per un piccolo disturbo ». Cfr. i vv. del Boccaccio: « e giuro per colui, / Le cui saette non curate un fio, / Ch'altri di voi, di me non può dir mio » (cfr. Rime - Caccia di Diana, a c. di V. Branca, Padova, Liviana ed., 1958, p. 187).

fior di pietra, finissima polvere fissativa usata in combinazione con droghe o medicinali (qui con il succo della cipolla squilla) : 354, 23 e 24.

fiorino, moneta: valore in lire e soldi (tre 1. pisane e io s.) : 329,14; 330, 20-23.

fistola, esclam. schern.: 336,5; v. Riboboli, 426.

focosa, infocata: 409, 30 (TB).

fodro, fodero: 493, 25; 589, 14.

folate; a —: 499, 8; forse qui da intendere « con sforzo », data la presenza dell'avversativa che segue, piuttosto che « di quando in quando » ecc, come spiega GDLI.

fondaco, bottega: 69, 20; 176, 22 (TB e GMBT).

fornire, provvedere: 29,17; 91,23; portare a termine: 47,16; 62, 11; 142, 18; ecc. (TB, i); fornìo: 47, 16; fernìo: 438, 32; v. REW, 4018.

forte, velocemente: 592,32 (TB, io); assai: 102, 23 (TB).

fracassonno, fracassarono: 293, 36.

fracido, fradicio: 304, 15 e 24; 335, 15 (TB).

francioso, francese: 241,33; 242, 2; 367, 6 (TB).

franco, moneta francese 155, 5 ; 307, 26.

fratello di fonte, fratello di battesimo : 191, 33

fregare: stropicciare: 125,17; 315,3; accoccarla, farla a qualcuno: 304, 11; 522, 3 (TB, 7).

fregatori di lucciole, ipocriti e parassiti: 325, 12.

fregi, merletti ricamati in oro: 118, 15; 431, 28 (TB e DEI).

fregolarsi, stropicciarsi: 356, 11; v. REW, 3501. Cfr. irregolare.

frutta del mal orto : are' sentito delle —, sarebbe stato punito con gran severità: 485, 3 (Dante).

fuggeno, fuggono: 659, 5.

fummo, suffumigio: 267, 33; v. LL, 235 sgg.

fuori: 446,25; fuora: 28,9; fuore (in poes.) : 459, 8.

furare, rubare: 101,20; 104,9; 163, 14 (TB).

* furi, ladri: 570, 15 (TB).

 

gabarro, mantello: 126, 4, 14, ecc.

gabella, qui licenza a tener locanda: 391, 16 (TB;.

gamella, cammella; 14, 1, 6, ecc; v. AGI xii, 121, AGI xvi, 408-409.

gambiera, parte dell'armatura, di cuoio o di metallo, che copriva la parte anteriore della gamba: 45,4; 647, 3 (TS e NTF, s. corazza).

gamurra (rar. gannirla), veste maschile o femminile, aperta sul davanti, con bottoni per tutta la sua lunghezza e preziosi finimenti sul petto, e sulla quale veniva indossata la guarnacca o la palandra: 334,26; 368, 5, io, ecc. (NTF, s. vestire, e Fumi, 192).

gatta, inganno, frode: 326, 21; 732, 28; 75O» 36 (Cron., gloss.).

generazione, gente, popolo: 206, 10 (TB, 11); genere: 220, 18; stirpe: 470, 6 (TB, 4).

gentilìa, nobiltà: 210,6 (TB, ed altri ess. in GB).

gentilotto, borghese: 72,18; 460,18, ecc.

*geto, cinghietta che serviva a tenere legato al laccio la zampa degli uccelli da caccia 338, 11 (TB); v. AGI in, 386.

gevilmente, agevolmente: 519, 2.

ghirlanda: 649,6; ghiranda: 647,4.

giambo: Buono — hai, «sei di buon umore », oppure « tu vuoi scherzare!»: 382, 9 (giambo, secondo tutte le testimonianze, valeva «burla, scherzo»: cfr. TB, 9).

giambellotto, panno morbidissimo di pelo di cammello (« cammellotto ») : 343,28 (Fumi, 192 e GDLI, s. ciamb-).

gìo, v. s. andare.

gioiante, gioiosa: 46, 36; v. Verbi, 19 n. 1.

giorgio: far — qualcuno, vale minchionare: 474, 13; v. AGI xvi ; VN cita degli ess. in cui viene usato col signif. di « balordo ».

gittarsi, levarsi da dosso: 36, 6; mutarsi di forma (e gittatosi in forma d'un cuoco): 182,20; fut.: gitrò: 493. 3i.

giubetto, forca: 101, 19 e 24; ecc. (TB).

giucare, giocare: 293,15; 332,9: 460, 16; ecc; v. Rom. xviii, 559-600, e AGI xvi, 398.

giudizione, periodo durante il quale un giudice rimane in carica: 263, 13.

giulebbe, cordiale, infuso d'erbe aromatiche: 268, 29 (TB).

giulìa, giuliva: 138, 18 (TB).

giustizieri: 101, 23, ecc.

gnaffi, « mia fé », e dunque la frase: che mi dovresti credere a uno — vale : « mi dovresti credere sulla parola, senza bisogno di alcuna prova»: 323,11 (TB); v. Rom. xviii, 603 n., e AGI xvi, 404. 922

gnuno, ognuno: 592, 6; v. AGI xii, 117.

goderno, godettero: 272, 32.

gonnella: 361, 18; 189, 14.

* gorga : far —, gonfiarsi il petto : 332, 7 (cfr. Poeti min. del Trec, a c. di N. Sapegno, cit., p. 471).

gorgate, sorsate, quantità di liquido contenuta dalla gorga o gola: 484, 6 (Fanf.); gorgazzata: 484, 18 (TB); v. AGI xvi, 426.

gotata, ceffone: 125,6 (TB).

governo : al suo —, in sua cura: 270, 8.

grado: senza alcun —, senza alcun piacere: 501, 17.

graffiare, grattare (con le zampe) : 106, 23; cfr. sgraffiare.

granella d'oro (pi. f.), grani d'oro: 113, 10.

grappo: dar di —, aggrappare, afferrare: 359, 25 (TB).

grassa, l'appalto dei viveri a Lucca: 477, 14 e 24 (GB).

grechi, vini greci: 288,4; 316,6; 338,3 (TB, io); v. AGI xvi, 420.

grembiata, quantità contenuta nel grembo o nel grembiale: 546, 24 (TB).

grignapapola, vulva: 311,20 e 28.

grollare, crollare, scuotere: 338,11; 511,7; grollo, scossa: 511,6; v. AGI xii, 121 e xvi, 408-409.

groriare, gloriare: 558,12; groriosa: 198, 8 ; v. Caix, Orig., 141.

grossa, il terzo rintocco della campana dopo il tramonto, dopo di che era proibito andar per le vie, come venne ripetutamente bandito dal 1346 in poi: 49, 32; 121, 21; 122, 14; ecc. (BL).

grosso, moneta d'argento che valeva un ventiquattresimo circa di fiorino: 89,23 e 29; 102,31; ecc. (GMBT).

grosta, crostata, torta di carne cotta al forno: 80, 33; 81, 27, ecc. (GDLI, ero-).

gruve, gru (pi.): 666, 21; v. AGI xvi, 412.

guai, lamenti: 192, 23 (TB, 1).

guarda (sost. f.), guardia: 346, 14, 24, ecc. (TB) ; cautela: 594, 6 (TB,i).

guardare, vedere: 589, 22; 652, 3 far la guardia: 72,21; 74,20; guarti, guardati: 190, 2; *guardemo, guardiamo: 591, 10; v. AGI xvi, 400.

guarire: guarrò, guarirò: 336, 34; 356, 23 e 34; guarrei, guarirei: 141,13; 130,3; v. NTF, 64-65.

guarnacca, indumento maschile o femm., con o senza maniche, indossato sopra la gonnella o la gamurra: 116, 18 (NTF, s. vestire).

guarnimento, ornamento: 188, 6 (TB, 4)

guarti, v. s. guardare.

guascappo, guascappa (TB spiega: « specie di veste antica », ma qui si deve trattare piuttosto di una specie di cappa o mantello) : 83, 20, 25, 26 e 31.

guastare : che della persona vi guastiate, che vi roviniate la salute: 457, 14 (TB, 6); guasta, rovinata: 493, 8.

guattari, sguatteri, ma qui servi in generale: 274, 28; v. Caix, Orig., 42-43, e AGI xii, 113.

guigliardone, guiderdone: 30,35; 137, 28; v. Caix, Orig., 65 e 114; AGI xvi, 207; LREW, 10384.

guintana, quintana, bersaglio dei giostratori, ma qui, per trasl., vulva: 149, 33; 151, 16, ecc.

gusmini, trame ingannevoli: 616,5; maestra di —: 227,19 (Cron., gloss.).

 

iarsera, ieri sera: 335, 14, v. AGI xii,

impalmegiare, impalmare, prometter fede (ma non necessariamente promessa di matrimonio): 44, 17; 190,9.

impera: subito — tutti li omini di Bargecchia e quante bestie v'erano, riunisce, raduna, o prepara? [imperare deriva da in e parare, che conterrebbe implicito il signif. di « fare preparativi perché riesca una cosa »: v. DEI e TB): 322,36.

'mperiatico, dignità imperiale: 294, 15 (TB).

impero : libero e mero —, comando assoluto: 32, 22.

impiere, riempire: 192,10; perf. : impiéo, riempì: 429,6; impietoli, riempitogli: 470, 31. Cfr. empiete

impoltronire, poltrire (nel letto) : 346, 26 (TB).

imposta: data la — del partire, ordine, comando: 31, 11 (TB e DEI).

impregnatio molle, giocoso, modell. su mola, voce che appare nel Memoriale di Jacopo di Coluccino Bonavia, dove è spiegata come « pregnatione mendosa » (cfr. SFI xxiv, cit., 422): 268,21; 271, 32.

impreso, imparato: 641, 20.

in (prep.) : innel, innello, inneità, ecc. è l'uso normale; alquanto raro indel, ecc: 142, 16; 247, 7; 309, 19; 453,33; 459. I0; 49i.2i; ecc; rarissimo è nel, ecc. : 275, 291298,3; 306,6; 314,3; ecc, ed appare di preferenza ad inizio di novella.

inamoronno, innamorarono: 35, 20.

incaciata, cosparsa di cacio : 80, 35 ; 547,24 (TB).

? incarnato, riferito ad amico, col signif. di « affezionato, amato »: 324, 22; cfr. Guittone: « Amor m'ha preso ed incarnato tutto » (altri ess. in GB).

incavigliata, fermata con cavicchi o piuoli (Stefani), ma qui, per trasl., con un signif. osceno: 721, 6. incettati, qui nel signif. di spesi, investiti (di fiorini) : 135, 34. incontrare, accadere, capitare: 397, 3 (TB, 12).

inde', da — a poghi giorni, qualche giorno dopo: n, 23; 734, 25.

indirieto, indietro: 32, 29; 86, 27 e 29; aritto: 86, 13; 428, 32; adirieto: 86, 19; 467, 13; adirietro: 86, 30;

indrieto: 327, 5; indirietro: 428, 31; dirietro, dietro: 406, 24; *drieto, dietro: 559, 24.

indivino, indovino: 82, 9; 413, 20.

indurata (agg.), soda: 266, 20; da indurare (TB).

inducere, condurre: 486,2; 517,24 (TB, 11).

infingersi, dissimulare: 98,25; 99,3 (TB, 4); fingere: 268,13 (TB, 1); esitare: 472,31; 506,36; v. la discussione di F. Ageno in LN xvi, 13-14.

infra, fra: 34,5; 41.36; 57.5; ecc.

ingannatore, qui per asta virile : 46, 7. ingannonno, ingannarono; 463, 18.

ingegno, astuzia, inganno: 244, 24; 546, 20 (TB, 16).

ingordo, eccessivo: 330, 20 (TB, 4). innaverò, ferì: 597, 27 (TB); v. REW, 5854.

innomerare (inom-), contare: 56,24; 102, 34; 151, 27 (TB); v. AGI xii, 1 10; cfr. anche nomerare e anomerare.

innun: ii, 11; 284, 5.

insegnare, indicare: 116,22; 189,9; ecc. [insi-: 659,6); informarsi riguardo a qualcosa: 215, 5.

intendere, attendere: 327, 8; intendeno: 165,4.

intrare: 57, 9; intronno, entrarono: 65,29; intramo, entriamo (imp.) : 593, 4; intrata: 47, 12.

involare, rubare: 101, 13; 163,9 (TB).

ire, v. s. andare.

isbandegiare, bandire, esiliare: 403, 17.

isfiatare, respirare: 757, 24.

isfregolare, stropicciare: 354, 35. Cfr.fregolarsi,

isgomentare, sbigottire, preoccuparsi: 79, 5 (TB s. sgo-, r e 2).

ismemorare, perdere il senno: 247, 7 (TB).

istretti insieme, riuniti per decidere: 261, 33. Cfr. ristringere.

 

lalde, laudi: 193,25; laldevile, lodevole: 718, 22 (ma laudate: no, 12); v. aldace.

làmpana, lume ad olio: 156, 23; 179, 4 (v. Arlotto e LREW, 5409).

largo, lungo {parendo — quel tempo) : 74,23; generoso: 499,33; 500,1 (TB, 6).

lasagna, specie di pasta alimentare: 547, 23, 24 ecc.

lassonno, lasciarono: 276, 22.

latanie, litanie : 59, 6.

lattate, bianchissime: 651, 10 (DEI, 2).

lattovare, elettuario, rimedio in forma di sciroppo piuttosto concentrato: 337,7; 75o, 17 (TB e NTF); v. Nomi, 151-152. Nell'inventario della spezieria dei figli ed eredi di Stefano Fatinelli, sequestrata a Lucca nel 1423, che venne incluso dal Bongi nel suo glossario (s. v. speziarle), vi figurano diverse specie di lattovare: di baverolo, di sorbo, di succo rosato, di nagalico.

latuga: pungendo lor la — per tenerezza, quando son prese dalla fregola: 127, 22.

leltà, lealtà, fedeltà: 76,3; 604,4.

lemba, lembo: 276,28; unica attest., v. AGI xii, 162.

letta (f. pi.), letti: 457,25 (v. TF).

lettiere, asse che sostiene il capo del letto e lo divide dal muro: 604, 20 (TB).

levoron, levarono: iii, 36.

lezione, elezione: 47, 28; 295, 29 (TF e TB).

li, acc. f.: 52,23; dat. f.: 457,6; le, acc. f.: 52,23; dat. m.: 48,24; 347,4; 349, 27; 457 5

libirò, liberò: 164,9.

libramente, liberamente: 401, 4; liberamente, con liberalità, generosamente: 29, 5 ; 369, 35.

licce, lizze: 597,29 (TB);v. LREW, 5461 e 5570, REW, 5020.

licore, liquido : 271, 34.

*lima lima: far —: 549, 18: secondo la spiegaz. del Varchi, segno di dileggio ottenuto fregando l'indice della mano destra su quello della sinistra, come lima su ferro, volendo dire: «Róditi, consumati» (v. TB e Riboboli, 499).

lira: valore della lira (pisana): 329, 14; 330, 22-23 (venti soldi formavano una 1., e tre 1. e dieci soldi un fiorino: cfr. GMBT).

liscio, belletto: 137,7 (TB).

livrare, finire: 65, 27; 174, 16; pp.: livro: 47,7; 50,35; ecc. (TB).

lo', loro: 510,4; 723,5 e 22; 753,6; v. AGI xii, 153 e TB.

lodo, lode: 137,18; 640,2 (TB); fama: 90,20; v. AGI xii, 162, e xvi, 418, LL, 246.

lopporo, arnese di ferro con tre o quattro raffi o uncini usato per riportare alla superfìcie oggetti caduti nel pozzo; derivato, per trasl., da « luppolo », che si attacca fortemente a ciò cui si avvinghia (VN): 677, 13.

loquela, parole: 251, 1; accento, pronuncia: 105, 5 (TB).

luccio, pesce d'acqua dolce voracissimo: 24, 29, 30, ecc. (TB).

luogo comune, gabinetto di decenza: 57,34; ecc- (TB, 10); bordello 235, 20.

luscicanti, luccicanti: 118, 31; v. n. s. basciare.

lustrante, splendente: 36, 7; 65, 3;ecc; lucido: 45, 5 (TB).

lustro, belletto: 35, 11.

 

ma che, salvo che, eccetto che: 409, 3 (TB, 9).

ma', mai: 133,3 (TB); mal (sing.): 125,36; mali: 399,4; v. Parodi, AGI xv, 66, e la n. del Salv. in AGI xvi, 453.

macolare, ammaccare: 22, 6; 276, 30 (TB).

macontenti, malcontenti: 422,4 (malcontento: 422,11); v. n. s. ma'.

maestra, esperta in lenocini : 572,7; 577, 32

maestro, padrone: 123, 33; 159, 3 e 16 (TB, 44).

malattori, malfattori: 348,5; 369,20 ecc; v. n. s. ma'.

maginamento, stato pensoso: 605, 12.

magioria, potere signorile: 615, 7; autorità: 318, 26 (TB, s. magg.); v. AGI xvi, 426.

malascalzoni, servi: 274,28; malandrini: 358, 225182,4 [mali-); (TB); v. AGI xvi, 454 e n., e REW, 5344

malcapitate (verbo), finite male, vi trovate nei guai: 532, 11 (DEI).

malcolore, pallore: 129, 4.

maladire: maladice: 81,33; maladìa, maledirà: 487, 14; maladetta: 21, 34 e 35 ; ecc. ; v. AGI xvi, 400.

malfiato, alito cattivo: 201, 23.

maliscarco, maniscalco: 572, 2; v. AGI xvi, 406, e REW, 5344.

malvagia, vino greco, detto anche malvasia o grechetto: 409, 32 (TB).

malvivere, stenti, miseria: 605, 1.

mancamento, mancanza, scarsità: 642, 32 (TB).

mandare: mandrò, manderò: 150,4; mandonno, mandarono: 91, 6.

mandata, imbasciata: 566, 31.

mandole, mandorle: 94, 1 (TB). Cfr. amandolo.

mangiar cotti, pietanze : 480, 13 (TB, 5)

mangiaguadagno, parassita: 325, 28.

mangionno, mangiarono: 81,30.

maniere, tipi, specie [ugellini di più —): 309, 21; 542, 11 (TB, 10).

manimettere, offendere, violentare : 155,8; 204,2 (TB, 3).

mano: di bassa —, condizione: 48, 42; 211,7 (TB, 23); fine a CXXV mani che sono ducati V cento, gruppetto di quattro ducati ciascuno: 260, 22 (TB, 25).

manriverso, manrovescio: 642, 5.

mantella (f. pi.), mantelli: 29, 25 (TB); sing. mantello: 159,29.

mantrici, mantici: 714, 20; v. AGI xii, 118 e xvi, 406.

marchesano, moneta di poco valore in uso nelle terre del marchese di Ferrara: 393, 10.

marchiano, marchigiano: 109, 14; 463, 13; ecc. (TB).

marcifaccio, per asta virile: 23, 22, ecc. ; anche marcifacio e marcifaccia: 24, 11 e 18.

maritagio, matrimonio: 378, 33 (TB e XTI").

marroni, strumento simile alla marra, più lungo e stretto: 276,11 (TB).

mascagna, scaltra, astuta: 583, 16 (TB).

massarizia, governo, uso: 510, 21 (TB, 8); per trasl. asta virile: 33, 23; ecc.

massimamentre, massimamente: 623, 15; v. AGI xvi, 4.06.

mastra, principale: via —: 58,9; città —, capitale: 642,29; 667,16 e 25; finestra maestra, principale: 47, 10 (TB).

materiale, rozzo; 408, io; 414, 16 (TB).

mattìa, follia: 24,21; 213,24 (TB).

matticiuola, alter. da matta: 355,9.

mattina: seconda —, l'indomani: 659, 9.

mattino, mattutino, prima parte dell'ufficio che si recita prima dell'alba: 66, 21 (TB, 8).

mavagio, malvagio: 672, 1.

mazzo di seta, fastello di seta: 41, 6 (TB, 4).

me', meglio: 197, 21; 405, 28; 410,27; 609,6; v. AGI xvi, 404 e TB.

mena, briga, maneggio: 69, 7; 371, 26 (TB, 1, e TF); condizione di pericolo: 367, 25 (TB, 2).

menata, manata, manciata: 466, 11 (TB) ; cfr. pugnata.

mendare, riparare: 393, 14 e 28 (TB, 2).

mendue, v. s. amendue.

meno (agg.), mancante: 14, 14 e 28 (TB).

mentegatto, mentecatto: 303,8; mentagatto: 21,15; 302,7 e 11; ma mentacagine: 745, 29. Per la sonorizzazione, v. AGI xii, 121.

menzione: far — di uno, contare su di uno: 719, 26.

meraviglionno, meravigliarono: 102, 23

meravigliosa, meravigliata, attonita: 601, 1 (TB, 2).

mercadantegiare, mercanteggiare: 407, 21; 567,22 (mercat-).

mercato, affare: 53,14; 54, 3 (TB, 5).

mercenume, lavoro umilissimo: 639, 22; 641, 2 (Salv., AGI xvi).

merenda, il pasto di mezzogiorno del lavoratore, guadagnato con la fatica (da merere): 492,11 (TB, 4, e DEI); ma v. anche 131, 17.

meritati: esser —, ricever interesse su denaro prestato: 702,9 (TB, 10). Cfr. la v. sg.

merito, interesse su denaro prestato: 150,16; 702,14 (TB e NTF); per —, per favore: 34, 30.

merrò, menerò: 150, 3.

mestura: Donna, taci, che di quella — che a me dai, io ad altri ne darò: 751, 13; nella voce si incontrano qui i significati di medicina, lattovare, con l'altro di mistura, come imbroglio, raggiro. VN reg. mèsta col signif. di «armeggio, tramenio, intrigo confuso in cui molti mestano ».

meta, mucchio di paglia di forma rotonda: 461,25 e 29 (TB, 5);

metadella, misura di capacità equivalente alla quarantesima parte del barile ed alla quattrocentesima del cogno: 500, 2 (Arlotto e GB).

metigare, mitigare: 311, 34.

mettere, emettere, mandare: 192, 23 (TB, 62) : mttteno, mettono: 596, 10; metrò, metterò: 24, 24; metirò: 372, 32; misseno, misero: 7, 24; misero: 29, 22; messe, mise: 32, 18; 46, 3; ecc.; metter pegno a qualcosa, vincolare come pegno qualcosa di valore: 29, 14 (TB).

mezedima, mercoledì, giorno di mercato: 350, 5; 234, 8 (mezi-); v. TB, NTF e REW, 4090, 1.

mezzana, lenona: 254,24; 572,13 (TB); mezzetta: 145,18; 149,19 e 21; 572,14.

mezzano, il secondo di tre fratelli: 12, 14; di taglia media: 318, 34; mediatore: 375,4 (TB).

mezzi, mediatori: 254,21 (TB, 30); mezzeti, sensali: 53, 3 (cfr. la v. veneziana messetto in GMBT).

mia, me (altri che di —- non saresti) : 378, 36.

micidiale, assassino, criminale: 240, 21 (TB). Cfr. omicidiale e omicidiano. micidio, omicidio: 326,13; 366,22 (TB); v. AGI xvi, 413.

miga: né —, mica, punto: 49,33; 379,3; 422,10 (TB); v. AGI xii, 121.

miglio, misura di superficie: 322,3; 367,28; grano: 144,18; 145,36; miglia: 126, 6; 529, 22 (piccole —, o miglia toscane, che equivalevano a mille passi, o circa 1500 metri; TB).

miglioramento (me-), risparmi o oggetti di valore: 510,8; 584,26 (TB, 2); v. Gaspary, ZRP xiii, 555.

mignatto, mignatta: 123, 7.

minestrare, ammiri istrare, reggere : 184,32; 633,25 (TB, 4).

mìtola, mitra: 58,23; 59,2; v. AGI xvi, 412.

*mo', adesso: 195, 14 (TB).

molina (f. pi.), mulini: 125, 21 (TB).

mollame, in gener. polpa, carni, ma qui parti morbide del collo: 597, 26.

monestero: 64,12; 144,11; monesterio: 144, io; monistero: 145, 19;

monestiero: 145, 16 (cfr. NTF, gloss.).

moneta, spiccioli, o piccola moneta: 383, 2; 492, 5 e 23 (TB, 14).

monimento, sepolcro: 58,31; 757,12, ecc. (TB); v. Parodi, Rom. xviii, 601.

montonaro, ovile per montoni: 538, 11.

montone maremmano, uomo stolido e cocciuto: 461, 17 (TB, 4).

morca, morchia, feccia dell'olio: 251, 19 e 20 (TB).

morinno, morirono: 34, 23.

moraltà, moralità : 459, 6.

morselli, nodi di salsiccia: 310, 11 (TB).

moscioni, moscerini: 14, 33 e 35 (TB).

moscone, grossa mosca o calabrone: 428, 30.

mossa, segnale di partenza in una gara: 86, 14 e 16.

mostra, ispezione militare: 483,35 e 36 (TB, 14).

mostrare: fut.: tnosterò: 50, 16; 461, 2; 510,25; mosterrò: 231,14; mosterà: 214,6; perf.: mostronno, mostrarono: 30, 36; apparire (seguito da complemento predicativo): 457, 36; 466, 36; -si (con compì, predic.): 437,13; 438,34; v. VIA, 153-158.

mottegiare, burlare con motti, con parole, beffare: 50,10; 263, 22 (TB).

mottegiera, motteggiatrice : 352, 14; 353,10 (TB, mottegg-); mottegevole, faceto: 519,23 (TB).

mozzature, cascami di legno: 509, 18 (TB).

mucci: chi ha paura si —, fugga (o non piuttosto «si nasconda»?): 695, 4 (TB); v. LL, 282 (per le varie forme), e REW, 5723.

mulatto dell'aire, mutamento d'aria: 594, 5.

mutarono, mutarono: 439, 5.

 

nannerò, farò la nanna (trans.) : 347, 5.

narrare, descrivere: 14, 19; 184, 12; domandare: 583, 19; esporre: 17, 5; 143, 16; ripensare, rimuginare: 610, 16; ricordare: 12, 19; narronno, narrarono: 254, 34.

nata, figliuola: 434, 14 (TB).

nato, nativo: 52, 19 (TB, 20).

nattività (B), nascita: 743, 15 (TB).

navichiere, navigante, nocchiero: 294, 29 (TB, 2) ; navichieri (sing.): 294, 32

naviganti, ciurma, marinai: 241, 1.

nazione, nascita: 201,23 (TB, 5).

, e non («nec»): 46,27; 49,33; 72, 14; ecc. (TB, 5).

negare, rifiutare: 534,31 (TB, 5); neganti, che negate: 587,2.

nguno, alcuno: 507, 15 (TB, 2).

nicchio, vulva: 41, 16, 25, ecc.

niente, qualcosa: 84, 14; 404, 18; 635,8 (TB, 16).

nieve, neve: 28,4; 45,33; 135, 17; nievicare : 359,32 : v. Caix, Orig., 47 e 49, e AGI xn, 112.

nimichevolmente, in maniera ostile: 423, 14 (TB).

nimo, nessuno: 151,5:667, 6; 669,26; 671, 20; 672, 11 e 21 (TB); v. AGI XII, 142, HGIS, § 498; GB lo dice ancor vivo in certe parti del lucchese.

*niquitosa, neghittosa: 238, 8.

niscolto, ascolto (stando in—) : 235, 18; concresciuto sotto l'influsso di in; v. AGI xii, 125, dove il Pieri cita, fra l'altro, nentrare e niscire.

niuno, alcuno: 82,15; 107,1; 111,5 (TB, 2); neuno, alcuno: 107,15; no, 14; 219, 25.

*no\ noi: 498, io (TB; v. Caix, Orig., 116-119; cfr. nu'); non: 675,7.

noce moscata: 137,8; seme di una pianta delle miristicacee (myristica fragrans), originaria delle Molucche, dal quale veniva estratto un olio odoroso; qui per il seme stesso (TB e DEI).

nocelle, nocciuole: 405, 1 (TB); nocciore: 461, 9.

nomare : te —, rivelare il tuo nome : 389, 11.

nomerare, contare: 103, 12; 118, 18 (TB, nu-); v. AGI xii, no: cfr. innomerare e anomerare. nomero, numero: 702, 18; cfr. la v. prec.

notare, render noto: 543, 29.

noto: come — della casa, pratico: 63, 10 (TB, 4).

notò, nuotò: 406, 17.

novellare, chiacchierare: 228,2 (TB, 2) ; cfr. entrare in novelle.

*nu', noi: 591, 8 (TB).

nullo (pron.), nessuno: 741, 28 (TB).

nuovo, ignaro: 715, 5 (TB, 25) ; strano: 81, 20; 562, 35 (TB, 17).

 

obligagione : donne d'—, promesse: 8, 30.

obligare, vincolare legalmente mediante sequestro: 511, 20 (TB, 4).

ocria : terra —, ocra, argilla dal colore giallo di terra naturale per l'azione di perossido di idrato: 113, 1 (TB).

occupazione, ingombro, ostacolo: 494, 4 (TB, 3, iii)

odorifero, odoroso: 149,33; 309,20 (TB).

officio, lavoro, mestiere: 492, 1.

ogimai (ogg-), ormai: 34, -9; 507, 8 (TB).

oglio, olio: 120,23 (TB) ; v. AGI ix, 382-383; olio: 490,27.

ogosto, agosto: 32, 1; v. AGI xvi, 399.

olisava, olezzava: 55, 17.

oltra, oltre: 177,3; 182,11; ecc; v. Caix, Orig., 44.

oltramonti, oltralpe: 52, 18 e 21; 266, 22 (TB).

ombrina, luogo ombreggiato: 529, 30 (TB e Salv. in AGI xvi).

omèi (esclam.), ahimè: 156, 31.

omicciuolo, uomo di natura semplice: 436,16; 516, 24; 560, 23.

omicidiale (sost.), omicida: 505, 15 (TB, 2); cfr. la v, sg.

omicidiano, omicida: 366, 21; v. AGI xvi, 426 ; cfr. la v. prec. e micidiale.

omori,umori: 123, 21; v. AGI xii, 110.

oncenso, incenso: 59, 6. Così nel cit. inventario delle spezierie incluso in GB; v. AGI xii, 114-115.

onde, da dove: 223, 28 e 30; d'onde: 30, 34; 34, 18; cfr. unde.

onestare (trans.), difendere l'onore di uno: 199,8.

ongosto, inchiostro: 333,15 334,8; 457. 34; così nell'invent. cit. delle spezierie incluso nel GB; v. AGI xii, 114-115.

operazioni, opere: 543, 34 (TB).

opio, oppio: 676, 3; polvere oppiata: 562, 14.

oppinione, orgoglio: 321, 20; v. Caix, Orig., 182.

oraggio, brezza: 472,19; 520,30; v. REW, 788, e LN xx, 114.

orbachi (pl. di orbaco), specie di lauro: 533, 4 (TB). Olio d'orbaco figura nella cit. lista delle spezierie contenuta nel GB.

ordinare, preparare, disporre : 40,5; 56,5; ecc. (TB, 4); stabilire, decidere: 99,12 (TB, 4, e TF); ordinonno, ordinarono; 143,11; ordinorono: 212, 21.

ore, ore canoniche in cui si divide l'ufficio del breviario, ma qui dice suoi — sta per «esprimere grande sorpresa»: 439.34 (TB, 8).

orpimento, solfuro d'arsenico, di color giallo vivo, che si trova in natura oppure artificialmente: 113, 1 (TB e DEI: da aurum e pigmentum). Nell'invent. delle spezierie incluso nel GB cit., vi figura anche — pesto e sodo.

orrevole (ore-), decoroso, onorevole: 31,33; 104,22 (-vile): v. Caix, Orig., 150; onoreveli: 27, 16; onoevilmente: 35,25; onorevolemente: 209, 6: anorevilmente: 104, 8.

ossa, aliossi: et a cotali giochi d'— e di trottole come li fanciulli fare sogliono: 461, 10.

osservare, mantenere un accordo, mettere in effetto: 51, 16; 402, 13; ecc. (TB); osservonno, osservarono: 51, 16.

ostante: non —: 747,2; non estante: 230, 17; non istante: 177, 24; non stante: 144,13; 181,20; v. AGI xvi, 413.

ostare: senza —, senza incontrare ostacoli: 523, 14.

oste, locandiere: 377, 15 e 17; 382, 19 (TB, 1); avventore: 125,11; 382,19; 391,10 (TB, 4); locanda: 233,25; 464,10; ostilità: 427,3. Cfr. ostieri.

ostello, locanda, albergo: 234, 25 (TB); trattoria; 480, 13.

ostessa, f. di oste: 235, 14 (TB).

ostieri (sing.), oste, locandiere: 377, 17; 381, 36; 391. 14 (TB, -re e -ro, 2); avventore: 391,22; ostiera, i.: 234, 19; ostiero, oste: 391, 18; locanda: 66,5; 114,33; 391,17.

ostratrice, ostetrica: 37, 14; v. AGI xu, 124-25, AGI xvi, 412-413, LN XI, 100.

otta, ora: 552, 11 (TB).

ove: 12, 9; 54, 13; ecc; d'ove, di dove: 231,25; 652,33; 653,20; 've: 210, 19.

 

pagarsene, vincere la propria posta al gioco: 159, 10; pagonno, pagarono: 261, 33

paggese: quella buona — di Dolciata: 347, 20.

pagnotta: va alla — a Vignone, vai ad accattare alla mensa dei poveri: 276, 6 (TB). Cfr. il verso del Burchiello: « che voi andrete ancora alla pagnotta » (v. I Sonetti del. B. ecc., a c. di J. Giunti, Firenze, 1568, p. 5).

palandra, indumento da uomo o da donna che veniva indossato sopra la gamurra o la gonnella: 28, 27; 29,12; 47,34; 119.24; 368,3 (DEI). A Lucca, le palandre da uomo si distinguevano in palandre « a ghironi », * maspigliate » e « a piccoli maspigli », e potevano esser foderate o no; quelle per donna erano invece distinte in palandre di seta, di giambellotto (v. s.) e di « sbattimanto » (v. Fumi, 188-189 e 192).

palcito, pavimento: 734, 28.

palco, davanzale della finestra: 58, 4.

paliscerno, palischermo, piccola barca : 242, 2. Per l'oscill. di se- e sch-, v. lo spoglio di P. V. Mengaldo nell'ed. delle Opere volg. del Boiardo (Bari, Laterza, 1962), pp. 466467.

palmento, pavimento: 732, 20 (AGI in, 332, e DEI).

palmieri, qui per straccione, mendico, anziché pellegrino: 275, 27 (AGI xvi).

palmo, misura di lunghezza equivalente a circa ventotto centimetri: 310,11 (TB); prender —, v. s. prendere.

pannolino, stoffa di lino: 234, 25-26; 409,15 (TB, 5); pannolino, tovaglietta di lino: 579, 6 TB).

parchi, palchi da spettacolo: 643, 31 (cfr. balchi).

parere: pàrmi, mi pare: 282, 14; 623, 16; parti: 179, 34; 234, 26; parli: 295,1; 307,19; paiano, paiono: 2&7, 3; 354, 5 e 8; partito: 259, 11.

parlare, dire: 35,26; 88,7; 109,8; 165,3; 173,6; 322,19; 324,26; ecc; con l'ogg. dir.: 525, 20; 610, 17 (v. VIA, 47).

parlari, parole, discorsi: 43, 2 (TB, 6).

parole: con — alte, ad alta voce: 81, 36.

parte: fare a —, fare a metà: 466, 22.

partefici (sing.), partecipe: 439,6; 721, 11 (partifici); VN reg. la metatesi come ancor viva nella parlata lucch. (v. anche TB e AGI xvi, 313 n.); participi (sing.): 488, 18.

particelle: Ditto Dante le du' —, confutate le due prime parti (— valeva «capitolo, paragrafo», TB, 5): 319,8; misfatti: 414,6.

partimento, partenza: 150, 27 (TB, 5)

partire, separare: 503, 25 (TB).

partito. ella mi misse il — innanti, mi fece i patti avanti: 344, 7 (TB, 2): condizione, situazione difficile o pericolosa: 381, 10 (TB, 7).

parturinno, partorirono: 187, 3.

parziali, faziosi: 545, 7 (TB).

parzialità, faziosità: 545, 17 (TB).

pasco, pascolo: 447,21; 448,3 (TB).

pasqua de' cavalieri: 643, 19; 644, 13: in Cron. (11, 192) il S. spiega: « Pentecoste, così chiamata perché in quel giorno nel tempo del re Artù e Charlomagno si facevano molti cavalieri ».

passare: ci potremo — com'e' nostri vicini, campare la vita: 79, 21.

passione, pena, dolore: 285, 21; 667, 1 (TB).

passorono, passarono: 600, 9.

pasta, pasta alimentare: 258, 3; 675, 31 ; 676, 10.

pastelli, manicaretti, pasticci: 480,4, 6, ecc. (TB, 2).

pastiscieri, pasticciere.

pasturale, qui per trasl. asta virile, 34,11 edd.

paternossi, «paternostri»: 489,13 e 18; 517, 5; 518, 28 (v. AGI xii, 119 n. 4); paternostri: 487,11; 488, 9; ecc.

patire, permettere: 228,6 (TB, 14).

pecunia, denaro: 115, 4; 249, 17 (TB).

pellaria, luogo dove vengono conciate le pelli: 65, 29 (cfr. calcinaio). Per il nesso ar si v. Caix, Orig., 42-43, e AGI xii, 113.

penati (agg.), afflitti, affaticati: 289, 20 (TB, 2).

pennecchio, per trasl., qui ha il signif. di vulva: 171,9; 411,12.

pennuto, qui, per trasl., col signif. di vulva: 136, 17.

pensare, temere, dubitare: 44,22; 154, 30 (TB, 12); — sospetto, sospettare, prender sospetto: 610, 22; — di, pensare a: 74,22.

pensatamente, cautamente: 404, 17.

pensato (sost.), pensiero, idea: 714, 3; 734, 24 (TB).

pensieri, pensiero: 17,3 e 5; ecc. (è la forma normale); molto raro pensiero: 286,2; 373,11; 427,7, e qualche altro es. ; un solo es. di pensiere: 525, 29.

pentora, pentola: 721, 16; pentra: 80, 31; 721,21 e 28; v. AGI xii, 117 e xvi, 403.

*pentute, pentimenti: 581, io (TB).

per (prep.), come: 162, 18; 566, 10; mediante: 114, 2; 133, 13; 225, 19; 232, 23; 423, 25.

perché, benché: 227, 33; 264, 19 (TB, 11); poiché: 224,14; 460,22.

perdeono, perdettero: 622,7.

perdimento, perdita: 454,25; 704,2 (TB).

perdonanze, cerimonie religiose festive: 133,4; indulgenze: 195,4; 201,4 (TB, 6); preghiere e penitenze per ottenere indulgenze: 489, 35.

perdoni, luoghi sacri: 71,15; 195,6; 196, 1 (TB, 4); perdono, il giubileo del 1350: 366, 19; 367, 3.

però, perciò: 75, 24; 77, 29; 131,24; meno com. del regol. perciò: 133, 8.

perseguitore, persecutore: 239, 24 (TB).

persona (seg. da negaz.), nessuno: 38, 12; 82, 18; ecc. (TB, 6).

persuntuoso, presuntuoso: 277, 32.

pertuso, pertugio: 23, 22; 24, 10.

pervenne, avvenne: 47,27 (TB, 9); giunse: 119,11 (TB, 1).

pervio, perbio, pergamo: 159, 25, 27 e 32; 160, 27 e 33; 163, 32; 670, 25. I diz. hanno perbio, ma v. Parodi, Rom. xxvii, 237.

pescaria, spaccio di pesce: 24, 29 (TB); cfr. pellaria e n.

pescio, pesce: 318, 1; 631, 4 (TB); pesciolini: 318, 33; pesciolini: 317, 27; 318, 31.

pettignone, parte del corpo fra l'ombelico e il pube: 578, 31.

pezza, straccio, cencio: 355, 16 (DEI); — di vigna, vigneto: 109, 22 (DEI); — (di tempo), spazio di tempo: 644, 18; 73, 2 [gran pezza); 369, 10 {gran pezzo).

piacevilezza: 642,7.

piangolente, piangente: 76, 26 (TB).

piase a dire, vuol dire: 131, 20.

piastrella, gioco di ragazzi fatto con delle pietre piatte: 461,9 (TB, 5).

piazza : far —, far luogo : 666, 9 (TB, 20).

piccioli, moneta di valore frazionale: 383, 8.

piediconi, passo passo (descritt. del camminare dell'anatra): 255,5; vPieri, in Rom. xxxiii, 230-238.

pievieri, piviere, pieve: no, io (TB); v. AGI xvi, 400.

pigione : non guardando pregio né —, non badando a spese: 177, 4.

pignare, spingere: 489, 26; v. AGI xii, 168 e xvi, 462.

pilicciaio, conciatore di pellicce : 20, 9, i, ecc; 307, 13 (TB).

piliccione, pelliccione, mantello foderato di pelliccia: 307,9, ecc; indumento femminile che si indossava fra la camicia e la gamurla: 21, 35; 368, 12 e 15 (TB, e NTF s. vestire); v. AGI xii, 114.

pincoro, pinco, asta virile: 128, 1.

piova, pioggia: 97, 19; 299, 1 (TB).

pipioni, piccioni: 272, 5 (TB, DEI, ma spec. TS).

piscio, urina: 227, 22 (TB).

pistorese, pistoiese: 124, 14; v. AGI xii, 118 e xvi, 406.

più: e —, anzi: 65, n; 108, 13; 120,21; 187,24; ecc.

piumata, osceno: 146, 35; escrementi: 428, 1.

po', poi, dopo: 197, 1.

poco stante, poco dopo: 49, 21; 71, 7 (TB, 43).

podestaria, podesteria, ufficio di podestà: 47,28; 460,4.

pogo, poco: una poga di candella: 121, 28; in questa poga di carta: 170, 35; una poga di cera: 396, 14; ma una pogo d'acqua: 20, 23; ecc; v. Tristano, cci.

polso (della lancia), l'impugnatura: 367, 17poltonieri, paltoniere, ribaldo: 276, 12 (v. Tristano s. paladore, e DEI s. paltoniere).

poltruccìa, poledruccia: 493, 2, 4, ecc. (TB); v. REW, 6825.

pommi, pomi (delle spade): 276,21; v. LL, 11, 235 e sgg.

portare, sostenere, reggere: 177,15; 293> 5! portonno, portarono: 113, 6.

portato (sost.), periodo di gravidanza: 187, 3.

portico, balcone, terrazzino, o poggiuolo: 112,30; 526,16; 527,34; 706, 23; ecc.

posa: star in —, star quieta: 356, 15 e 20 (TB).

posarsi, riposare: 17,28; 33,10; 80, 30; 86, 23; ecc. (TB).

posata, sosta: 43, 72 (TB). Questo sarebbe forse il primo es. conosciuto in letteratura (v. Arlotto, gloss., s. v.).

possa, autorità: 409, 3; (prep.) poscia (in poesia): 362,8.

posta, « portata », unità di quaranta fila (raramente di trentasei) con cui era formata ciascuna pezza tessuta al telaio; il peso indicava la qualità del tessuto: 53, 36 (GMBT e BL) ; somma di denaro o valore scommesso al gioco: 159, 6; 466, 28 (TB, 28): a —, per comando: 681, 6 (TB, 36); a tua, a mia (ecc.) —, a tuo, a mio (ecc.) piacimento: 136,3; 352,23 (TB, 36).

posto che, quantunque: 14, 22; 24, 13; ecc. (TB, 3).

potere: ind. pres.: puonno, possono: 145, 3, imperf.: potei, potevi: 513, 21; fut.: porrò: 122, 2; porrai: 183, 2; porrà: 85, 31; porremo: 418, 12; perf.: poteono: 611,25; condiz.: porrei: 602,9; *porìa, potrebbe: 737, 8; pp. possuto: 401, 31.

pozo, pozzo: 206, 17 [pozzo: 206, 24).

pratica, conversazione: 369, 8; 527, 25 (TB, 5); argomento, soggetto: 418, 2.

praticare, conversare: 315, 21 (TB, 5); complottare: 617,25.

prefonda, profonda: 206,23; v. Legg. Lncch., 185.

pregiato, apprezzato,: 365, 2.

pregio, prezzo: 31, 31; 177, 4 (TB, 5); salario, mercede: 84,27 (TB, 7); interesse su denaro preso in prestito: 703,1 (GMBT, s. premio); portare il — (in qualche cosa), vincere tutti gli altri in q. e. : 434,1 (TB, 8).

premio: in —, per punizione: 251, 35 (TB, 2).

prendere: prendeno, prendono: 94, 13; prenderono: 490,23; presono, presero: 642, 35; prender ebene, prenderebbe: 18,27; — partito, decidere, risolvere: 402,12; 405,22-23 (TB, 30) ; — pensiero, decidere, risolvere: 427,7; 432,28; — palmo, prendere ardire: 352,20; 692,26.

preso (sost.) prigioniero: 104, 28 (TB, 4)

presto (sost.), prestito: 150,11; 152, 13 (TB, 1).

prestira, cattura, presa: 340, 14; 468, 3 (TB, 1).

presidio, prosciutto: 81, 13; v. AGI XII, 122.

primifiori, qui, come spiega l'autore, erba da insalata: 546, 3 (DEI reca un es. del 1544, cui assegna il signif. di « margherita », colleg. con un ant. frane, primefleur).

primo mio, dichiarazione del giocatore che scommette sulla prima carta che uscirà dal mazzo, o sul primo numero ai dadi, ecc, o (nel caso della nov. cv) sul nome della prima persona che s'incontra: 159, 6; 462,11 e 14.

principi, principe: 203, 20; 211, 3;

principio: 226,33; 227,2.

principio', per —, come anticipo: 89, 24.

privato, luogo di decenza: 335, 12 (TB).

procaccino, trafficone, chi si da da fare per procacciare a terzi piccoli favori: 414, 12 (TB).

procaccio : pensò volere questo — fare, decise di tentare questa impresa: 422, 14 (TB, 3).

procinto, recinto: 399, 19.

proda, sponda del letto: 289, 32 (TB).

produra, prurito, fregola: 419, 3; v. AGI xvi, 403.

proferire, promettere: 244, 24; offrire: 73,16; 249,21 (TB, 5); proferte, promesse: 257, 18.

protestandoli, riaffermando: 55,26.

prova: a —, a gara: 261, n (TB, 31).

provedere, ispezionare, considerare dettagliatamente: 483,26; 584,4 (TB, 6).

provedimento, accortezza, previggenza: 29, 20; 314, 21 (TB, 4).

proveduta, previggente, accorta: 245, 36 (TB, 4).

provenda, approvvigionamento: 414, 15 (TB).

providenzia, accortezza: 37, 4.

provinca, pervinca, erba dal fiore azzurro e dalle foglie a campanula: 647, 4; 649, 6 (TB); v. REW, 6437.

puerili: con voci —, bianche, di fanciulli: 549, 10.

pugnata, quantità contenuta in un pugno (una — di fiorini): 466, 16 (TB).

puntali: in — di calze, in pedule: 418, 19.

punti: a — di stelle, molto raramente (i « punti » delle stelle sono certe determinate posizioni assunte dagli astri nelle varie stagioni): 229,17 (TB, 5).

punto (neg.): non —: 130, 12 (TB): cfr. miga.

puòe, puote, può: 376, 31.

puose: li —, gli si posò: 21, 10.

pupilli, fanciulli: 188,15 (TB).

pupora, poppa: 347, 3 (v. Cron., gloss., e VN); v. AGI xii, no.

puppare (trans.), allattare, dar la poppa al bambino: 346, 27 e 29.

puramente, sinceramente: 495,16 (TB).

purgatoro, purgatorio: 562,33;

putente, puzzolente: 53, 12 (TB);

puzzolenti: 355, 30.

putire, puzzare: 52,24; 53,7 (TB); ma puzzare: 191, 27.

 

qua (raro): 45, 31; 193, 36.

qualchesia, qualcheduna: 646, 25 (TB).

quale (pron. ed agg.), questi, egli, esso, ciò, ecc.: 31, 6; 38, 1; 141, 26; 470,4; 476,n; 515,8; 574,4 756, 11; al —, a lui: 12, 25; al — dove: 233,8; del —, del suo 534, 15; fra* —, fra loro: 576, 15 col —, per cui: 487, 27.

qualunca (agg.), qualunque: 27, 11 238,18; (pron.) chiunque: 33,22 131, 16; ecc; qualunche: 274, 15 qualunqua: 63,31; 70,34.

quantunqua, quantunque: 612,14.

quattrini senesi, moneta multipla del denaro o del picciolo (valeva appunto quattro piccioli) : 56,14 (DEI).

questionegiare, questionare, disputare: 411, 16 (TB).

questo: e con —, ed insieme, ed allo stesso tempo: 414, 11; 431, 1.

qui (raro): 6,22; 35,1; 83,36; quie: 166, 16; di qui a, da ora a: 65, 25; la forma regol. è invece quìne: 6, 8, ecc; quine u' dove: 268, 17; 627,23 (molto frequente); là u' quine, dove, laddove, ecc: 33,9; 142,15; 159, 14; ecc.

quinci, qui: 410, 30 (TB).

quinde : di—, di là: 28,9; 410,32.

 

racamare, ricamare: 688, 1. V. AGI xvi, 401.

raccami, ricami: 610, 3; 681, 5; v. AGI xvi, 401.

racchetato, quietato: 347, 18 (TB).

racoglienza, accoglienza: 260, 11 (TB).

racomandamento, raccomandazione: 552, 18 (TB).

raditura, rasatura: 322,22; 323,31 (TB, 7).

rafermare, confermare; no, 30; in, 1 (TB, raff., 1); riconfermare: 618, 15 (TB, 9).

rafigurare, riconoscere: 107, 28 (TB).

rafrigera, raffredda: 12S, 16.

ragazzo, mozzo, stalliere: 640,22, ecc. (TB, 1).

ragione, conto: 89, 1; 152, 13 (TB, 9);

giustizia: 162,22 e 23; 515,16 (TB, 25).

ragiononno, ragionarono: 167, 6.

raguardare, osservare: 196,2; 210,3 (TB, 8).

raponzori, raperonzoli, erbe da insalata: 546, 2; v. REW, 7065.

rasente il tetto, in soffitta: 306, 28.

raspa (di ciliegia), ciocca e ramo: 664, 10, 28 e 30.

raspava: e spazzava la farina che —, che raschiava: 735,2.

rastello, rastrello, arnese dentato adatto a vari usi: 424,29, ecc. (TB); rastelletto: 424,26.

raunamento, adunanza: 222,27; 386, 25 (TB).

ratinata, adunanza: 632, 18 (TB). Cfr. la v. prec.

razzi, raggi (della luna): 112,4 (TB, 2).

reamo: 274, 2; reame (regol.); 87, 11; 238, 15

recipiente: valido (di moneta): 396, 9.

recomenda, ricompensa, premio: 27,11.

reconno, recarono: 265, 23.

rendere: rendrò, renderò: 150,16; renduto: 52, 5.

restare, fermarsi: 505, 3 (TB, 11); riposarsi: 87, 10.

resussitato, risuscitato: 194,4; 564,7 (ri-) (cfr. TB e DEI s. resurressire).

ricadia, noia, molestia: 437, 1 (TB, ma v. Riboboli 431, re-).

ricattieri, rigattiere: 161, 16.

ricevuta, accoglienza: 32,7 (TB, 4).

richiamarsi, querelarsi: 239, 3; 250, 32 (TB, 10).

richiedere : richiede (preced. o no dal pron. si, in costruz. impers.), è necessario: 35, 14; 373, 23; 604, 21; 681, 34; richiederlo, richiedono: 599, 33.

ricogliere, raccogliere: 47,21; 193,18 (TB, 1); ricoglieno, raccolgono: 94, 11.

ricolenda memoria : da ricordarsi con reverenza: 654, 36.

ricolti (sost.), i raccolti, le messi: 720, 1 (TB).

ricomandigie, raccomandigie, raccomandazioni: 468, 6.

ricompensazione, ricompensa: 287, 5; 296, 12 (TB).

ricomperai, ricomprerai: 374,18; v. n. s. comprare.

ricortirà, fut. di ricorteare o ricorteiare, fare cioè « ricorteo » o « ricorteio », la visita fatta dalla sposa alla casa paterna (TB sembra intendere il ritorno a casa dello sposo) alcuni giorni dopo il matrimonio con solenne accompagnamento di parenti ed amici: 254, 13 (BL).

ricoverare, riprendere, racquistare: 689,22 (TB, 1 e GMBT); rifugiarsi: 677, 15 (TB, 6).

ricredente: fare o esser —, smentire, sbugiardare: 596, 18 e 24 (TB).

riducersi, rifugiarsi: 314,5; 339, 7 (TB, 16); andarsene, dirigersi: 293, 13; 349. 34 (TB, 14); riduceno, riducono: 431, 32: ridutte, ben condotte, accompagnate : 521, 2 (TB, 6).

rifermare, guarnire, provvedere: 71, 20 (TB, 6) ; riconfermare nella carica : 477, 14 e 26; riaffermare: 672, 12; cfr. rafermare.

rigimento, reggimento, governo signorile: 693, 28.

rilegiosi, religiosi: 486, 15.

rilevare, sollevare: 172,8 (TB, 1); togliere: 638, 20 (cfr. l'es. di TB al n. 11).

rimanere, restare: 54,27 (TB, 1); astenersi: 325,25; 333,29 e 32 (TB, 5); rimagni (cong. pres., 2a sing.): 305, 21; rimagna (cong. pres., 3a sing.): 325,25; rimaso: 57,29; romaso: 57,23; romanere: 334,17; ecc. Sull'o in luogo di e in posiz. prelab., v. Caix, Crig., 65-66, e AGI xii, 114.

rimettere, inviare, spedire (denari) : 374,23 (GMBT e TB, 9); — in luogo, elevare, esaltare: 276, 36.

rimutata, cambiata: 605, 17 (TB).

*rincoccarsi, ritrovare l'occasione propizia: 445, 11 (TB, 2).

rinfiora, rifiorisce: 653, 30 (TB).

rinfrescamento, rinfresco: 253,8; 408, 24 (TB).

ringraziazione, ringraziamento: 200, 1 (TB).

rinvenire, ricercare: 161, 15 (TB, 1).

rio, fiume: 110,23 (TB); reo (poes.): 292, 7 (TB, 1); ritroso (— cavallo): 641, 33 (TB, 6).

riparare, raccogliere: 194, 8 (AGI xvi).

ripremiare, ripagare: 15, 23 (TB).

riscuotere, riacquistare una somma perduta: 159, 13 (TB, 3).

riserbare, risparmiare, salvare: 365, 4 (TB, 5, ii).

rispuosono, risposero: 382, 36.

ristituitte, restituì: 383,15; v. AGI xii, 165.

ristolatorio, ristoratore: 452,35; v. AGI xii, 147-148, e xvi, 406-407. ristolerò, ristorerò: 378,3;

ristorativi, ristoratori: 34, 26 (TB).

ristringere (e -rsi), convenire insieme, radunarsi: 29,2; 85,22 (TB, 3); restringere: 272, 26 (TB, 1) far economie: 499,34 (TB, 21, vi); ristrinto: 85, 22; 684, 33; ristrinte, trattenute: 28,32 (TB, 8); ristrettisi insieme, radunatisi a consiglio: 691, 29 (TB, 19).

risultrà, risulterà: 2S2, 20; v. AGI xii, 166-167.

risurescere, resuscitare: 24, 32.

ritenimento, ostacolo che ritarda o impedisce la caduta: 369, 5 (TB, 2).

ritentiva, abilità a ritenere: 317, 12 (TB, 2).

ritirorono, ritirarono: 102, 24.

ritornonno, ritornarono: 18,36; ritornoro: 506, 31.

rittimo, ritmo, canzone, canto: 729, 23.

ritto, destro, dritto: 371,15; 642,5 (TB, 8); eretto: 151, 19 (TB, 1).

riversare (e -rsi), gettare all'indietro: 175, 18; riverta, riversa, rovesciata all'indietro: 151,18; 160,13.

rivestitteno, rivestirono: 407, 17.

riviera, costa marina: 241, 6; rivera; 499, 3rivieretta, ruscello: 309,20 (TB, 3).

robba, qui, piuttosto che « vestito completo, composto di gonnella, guarnacca e mantello » (NTF), bisogna forse intendere come « veste », la sola guarnacca o la gonnella (E gittatosi il mantello da dosso e il capuccio di capo, rimase in sì fatta — lustrante come il sole) : 36, 7.

*rocco, la torre, nel gioco degli scacchi : 737, 19 (LREW, 8135 e DEI).

rofiano, qui ganzo: 431, 33; 434, 30 (LREW, 8188, ma anche DEI).

romanere, v. s. rimanere.

romano, qui usato col signif. di verga virile: 41, 17, ecc. (per il signif. del trasl., v. nov. xxxiv).

roncare, propriamente « assaltare con la ronca » che a Lucca era un'arma astata, ma qui, per trasl., usato con signif. osceno; l'azione dovrebbe esser compiuta da prete Ronchetta: 69,5.

rósa (sost. da rodere), prurito: 142, 12; 356, 16, ecc. (TB).

rubba, furto: 361, 2; 403, 10 (TB).

rubbatore, ladro: 240, 21; 385, 15 (TB).

ruchetta (alter. da ruca), pianta delle crocifere, dal sapore acuto, usata nelle insalate: 546, 3 (TB e Lucchesismi, 68). Nell'invent. della spezieria Fatinelli, cit., incluso nel GB, si trovano menzionati dei semi di ruchetta ortolana, che sarebbe forse la varietà cui si riferisce il testo.

ruciolo, truciolo: 509,3 (VN); rucioro: 509, 18, 23, ecc.

rugghiare, pareggiare lo staio con la rugghia (« regula »), rasiera o regolo (VN e DEI), ma qui, per trasl., con signif. osceno: 750, 12. Cfr. Rughia, nell'ind. dei nomi propri, cui si riferisce l'azione.

rughieri, monete di poco valore, forse multiple del soldo: 123, 32.

ritmica, grufola, razzola (del porco) : 128, 34 (AGI vii, 581-582).

ruzzo : entrar in —, entrare in fregola: 227, 16; v. LREW, 9283.

sabbato : avendo cenato cose da —, da giorno di astinenza: 178, 27. Per la geminata v. Parodi, Raddoppiamento ecc, 767 e sgg.

saccente, sapientone, che presume di sapere: 354, 29 (TB, 2, ma anche AGI iii, 338); istruito, o anche sagace, accorto: 8, 31 ; 393, 18 ; 414, 34 (TB, 5); v. LL, 228.

sacramento, giuramento: 11,20; 12,29; 31,3 e 11 (TB, 5); dar —; imporre sotto giuramento 221, 23 e 30.

sacrato, consacrato: 302, 18 (TB). saggio, assaggio e peso: 567, 12 e 13; il « saggio » era un piccolo peso in uso in varie città (Alessandria, Damasco, Genova, Venezia, ecc.) con cui venivano pesati perle e metalli preziosi (donde la nostra metafora); sei saggi formavano un'oncia a Venezia, Firenze e Genova (GB).

saglire, salire: 46,13; cercar riparo, rifugiarsi: 405, 23; fut. saglierà: 446,18; perf. : salìo 46,7; saglìo, 50,7; cong.: saglia: 430, 7; pp. saglìto: 29, 23.

saglita (sost.), salita: 466, 36.

salano, mezzadro: 126, 10, 11, ecc; 323, 5, ecc. (TB) ; da sala, casa padronale di campagna (donde il toponimo sala); appare già negli Stai. Lucch. (1. in, n. 127): «colono vel salano terrarum ».

salbastrella, salvestrella o pimpinella, erba usata nelle insalate, ma, per il suo potere astringente, anche in preparati medicinali: 546, 3 (TB, ma v. la n. di G. Alessio, LN xvii, 21 : VN riporta il proverb. lucch. : « L'insalata non è bella se non c'è la salvestrella »).

salegiata, insalata: 483, 20; 546, 2 (AGI xvi).

saltata, salita (pp.) : 670, 25 : da salto, frequent. di salio (v. DEI e REW, 755i).

salterio, antico strumento musicale, simile alla cetra, composto di dieci corde, e che venne usato specialmente per accompagnare il canto dei salmi: 8, 31 (TB).

salvagine (pi.), selvaggina: 665,31; 666, 23 (TB).

salvamento; a —, sani e salvi: 96, 3.

salvare, difendere, proteggere: 224, 24 (TB, 1); risparmiare (la vita): 364, 26 (TB, 13).

salvatico, selvaggio, incivile: 96,4 (TB).

sanato, senato: 222, 19, 20, ecc. (TB) ; per questa e la v. che segue, v. NTF, 53 sgg. {senato è però forma più frequente: 221,4, 20, ecc).

sanza, senza: 33, 15; v. AGI xiv, 222 n.; AGI xvi, 398 e gloss. s. insambra; NTF, 53 sgg.

sapere: ind. pres.: sòe, so: 196,20; sae, sa: 89, 32; sapiàno, sappiamo: 334, 16.

saraini, saracini: 568, 25; v. AGI xn, 151.

satisfaccimento, soddisfazione: 239,14.

savorosa, dolce, dilettosa: 443, 1 e 9; 610, 15 (TB, 3).

sbavigliare, sbadigliare: 76,22 (TB); v. AGI xvi, 412.

sboccato, individuo intemperante: 202, 6 (TB, 3).

scafa: posti sopra una — o vogliamo dire scrittoio: 510, 29; 514, 10.

scagiale, scheggiale, cintura di cuoio (da uomo o da donna) con fìbbia di metallo: 104, 17 (TB e TS).

scalcando, frequent. di calcare (— la strada) : 106, 25 (TB).

scalei, scalini, gradini: 276, 29 (DEI).

scaloni, gradini: 433, 11 (TB).

scalzandolo, con signif. figur. : interrogandolo scaltramente per cavargli di bocca utili informazioni: 464, 21 93»

scampata, liberata dal pericolo: 78, 30 (TB).

scampo : a — di te, per venire in tuo aiuto: 561, 30 e 31.

scannello, gruccia, sostegno con cui si aiuta a camminare lo storpio che non ha l'uso delle gambe: 526, 22, 25, ecc.; direttamente dal gr. dorico σϰᾶπνον (cfr. DEI s. scanno), scafano, schierano, masnadiere: 480, 7 (DEI); v. AGI xvi, 400.

scarpore, scalpore: 392,36.

scarsava, lesinava, viveva in avarizia: 120, 19 (cfr. TB s. scarseggiare, 2).

scarsella, piccola borsa di cuoio cucita ad un'imboccatura di metallo, usata

specialm. per custodire piccole somme di denaro: 58, 10; 102, 31 (TB); v. REW, 7989.

scarso, misero, avaro: 120, 17; 499, 17 (TB, 4); v. LREW, 3345.

sceleramento, crimine, azione scellerata: 593, 30 (TB).

scermidore, schermidore: 639, 7; schermidore (regol.) : 353,14 ; 638,36; v. n. s. paliscerno.

scermire, schermire: 639, 1, 6, 13, ecc. ;sch-: 8, 25; 638, 29; cfr. v. prec.

scernito, schernito: 304,29; 313,12: sch-: 548, 32; cfr. le vv, prec.

scerpandoli, strofinandoli fortemente: 428,35 (TB).

scerzare, scherzare: 517,11; scherzi: 445, 6; v. n. s. paliscerno.

scherlatto, scarlatto: 35, 18; v. AGI xvi, 339 e n., e, per l'etimol., NTF, s. scar-.

schifare, schivare, evitare: 6, 3; 529, 4; 580,24; 592,19; ecc. (TB); v. HGIS, § 219, e REW, 8002.

schifo: una tazza o vero — di legno: 188,18; 189,5; schivo: 188,6; scifo: 191, 30; 192, 10, 12, 15, 19, 21; v. HGIS, § 190 e DEI.

schioppato, scoppiato: 179, 19 (TB); v. AGI xvi, 406.

schioppo, scoppio: 336,4 (TB), v. n. alla v. prec.

scilocco, scirocco: 405, 36; v. AGI xvi, 406.

sciloppo, sciroppo: 121, 16, ecc; v. n. alla v. prec.

scognoscenza, ingratitudine: 626, 3 (TB).

scognosciuto, in incognito, in segreto: 53i!7 (TB) ; scognosciutamente: 422,3.

scollare, ascoltare: 17, 3; 37, 2; 66, 34; 318,5.

scompisciava: d'allegrezza si —, si teneva i fianchi dalle risa (si orinava addosso): 415,22 (TB, 5).

sconcacare, andar di corpo: 424,22 (TB); v. LN xvn, 21.

sconficcò (B), schiodò: 407, 4 (TB).

sconsolata: la — di sì buono marito, la vedova inconsolabile: 21, 26 (TB, 2).

scontrare, incontrare: 14,5; 21, 18; 66,22; ecc. (TB).

scorto, osservato bene: 53, 8 (DEI).

scotto : a uno —, facendo conto comune nelle loro spese: 13, 20 (TB e NTF).

screduto : assai —, di fede molto tiepida : 61, 19 (i diz. hanno scredente).

scrigno, forziere: 45, 16 (TB).

scritta, lista: 231,15 (TB, 6); documento, contratto: 552, 34; 554, 10 (TB, 1).

scrivere (a uno), scrivere sul conto di uno: 121, 23 e 24 (TB, 11).

scura, scure: 112, 21; 437, 12; 468, 9 (TB); scure: 211,5; secura: 71,5 (TB; v. AGI xii, 113); sigura: 678, 9 (v. AGI xii, 121, e LL, 230).

scura (agg.), triste: 594, 22 (TB, 10, vii).

scurità, buio, tristezza, stato pietoso: 682, 15 (TB, 6).

, lui: 123, 13; con essoseco, con lei: 169, 21; seco, con lei o con lui: 141,8; 150,2; 155,2; 396,4; 720, 25; v. HGIS, §§ 479 e 480, Trista™, pp. clxviii-clxix.

se, deprec. («sic»): 48,26; 66, 15; 245. 4; 251, 24; 290, 24; 361, 4; 553, 3seccata, seccatura, fastidio: 2 58,7en; 470, 23 (AGI xvi) ; seccagione: 259, 2.

secreti, fidati: 244,28; 422,24 (TB, 5, iii)

securato, assicurato: 184, 17 (TB).

securo, sicuro: 78, 28; 453, 31; seguri: 688, 18; 702, 7; v. Caix, Orig., 59, e AGI xii, 113.

segaci, sagaci: 705, 22 (TB).

seguire, accadere, succedere: 49,23; 108, 1 ; ecc. (TB, 9).

seguramente, sicuramente: 264, 32.

semana, settimana: 227,4. Cfr. stitnana.

semmola, crusca: 329, 23; 330, 28 (TB).

seti, senza: 9, 5 (TB).

sensale: 53,4; 399,21 (TB) ; sensalo: 583, 17 e 18.

sentieri, sentiero: 541, 22 (TB).

sentimento, intelletto, intelligenza: 318, 17 (TB, 11); sentore, notizia: 404,3; 420,5; 567,30 (TB, 17); sensazione: 128, 22 (TB, 1).

sentire, dolere, dispiacere (pers.): 46,8; 103,17; 302,12: 434,5; 578,28 e 29; 660,25 (VN); comprendere: 592,36 (TB, io); senteno, sentono: 386, 32 ; sentinno, sentirono; 123, 25.

seguentemente, successivamente: 483, 13 (TB).

ser, v. s. essere,

sere, titolo attribuito ai preti: 63,2; 76, 29 (TB, 2).

serami, cassetti, armadi, casse, ecc, mobili che possono essere chiusi {e veduto tutti i — voti) : 689, 19.

servato, osservato: 231, 27.

servente, fantesca, servo: 29, 16; 185, 25; donna generosa: 417,7; 441, 12 e 17; ecc. (TB, 3).

servigiale, fantesca: 29, 27; 230, 32 (TB, 1); (agg.) donna servizievole 363, 10; v. d.s. camberiera.

servita, meritata, guadagnata: 66, 26 (TB, 9, s. servire).

sestino, moneta lucchese nera del valore di mezzo soldo o sei denari, che venne coniata nella zecca di Tommasino Cagnuoli a partire dal 1343: 20, 17 (BL, 351).

setta, fazione politica: 632, 12 e 19 (TB, 3).

sevente, sovente: 170,4.

sevo, sego: 510, 32; v. LREW, 8549, e Ascoli, AGI x, 106-107 e 260-272.

*sezzaio, ultimo: 603,2 (TB); v. LREW, 8552 e NTF.

sferri : mi —, abbandoni la mia posizione, mi smuova: 424, 12 (TB, 1: « disancorare »).

sforzata, costretta: 236,25 (TB, 1).

sgraffiare, grattare, graffiare: 72,12; 107, 2 (v. G. Alessio in LN, xvn, 59). Cfr. graffiare.

siando, v. s. essere.

sicurtà, sicurezza: 684, 19 (TB).

sìe, sì: 78, 3; 464, 36.

significare, intendere per segni: 589, 32.

significazione, significato: 91, 36 (TB).

signori di notte: 119, 22: magistratura veneziana composta di sei cittadini eletti dal Gran Consiglio per la durata di sedici mesi. I « signori di notte al criminale » erano responsabili della pubblica sicurezza della città, e godevano di poteri piuttosto ampi.

signorie, autorità (lo podestà e l'altre —): 381, 26; 388, 14.

signorsì: 231,25; 251,32.

simigliante: lo —, lo stesso: 69, 19; 264, 24 (TB, 2 e TF).

simile (avv.), similmente, anche: 12, 23 (ma molto frequente), (TB); di nuovo: 171, 8.

similmente, anche: 157,23; 548,18; similmentre : 311, 12; v. AGI xvi, 406-407.

*smaghi: ti —, ti distrai: 297, 19 (TB, 4).

smemorate, sciocche, stupide: 222, 31 (TB, 1). Cfr. esmemorato ed ismemorare.

smeraldo: 116, 2$;smiraldo: 65, 2 (TB).

smiglieri (e smilieri), sorta di gioco d'azzardo che veniva giocato con o senza dadi: 460, 20, 24 e 35; v. la n. s. taule.

soave: per poter andar più —, più comodamente: 243, 7 (TB, 9); suave: 590, 3.

soccelare, nascondere dolosamente: 8,6; 467,24 (unici ess.; v. E. Wölfflin, in Arch. f. Latein. Lexicogr. u. Gram., in (1886), 505, s. subcelo).

soccio, soccida o accomandita di bestiame affidato al pastore a metà guadagno: 494, 23 (AGI in, 348, e NTF).

sodo, chiaramente: 246,23 (TB, 10); fermo: 389, 6 (TB, 12).

sofficente, adatto, capace: 6, 3; 15, 22; 615,1 (TB, 2); — d'avere, benestante: 52,20; 79,12 (v. Caix, Orig., 95, e AGI xii, 115); sufficente, bastevole: 61,21 (TB, 1).

sofumigio, suffumigio: 269, 2; 271, io; sulfimigio: 268, 1; soffumighi: 272, 26. Cfr. fummo.

solaio, piano di una casa: 96, 12, 14, ecc. (TB, 3); soffitta, sottotetto: 339t 30; pavimento: 377,21; 419, 30; (TB, 1 e DEI); a più solaia, di più piani: 680, 27.

soldo, multiplo della lira, suo valore: 329, M; 33O, 22.

sollaccevole, vago di sollazzi: 339, 5; 353,16 (TB); sollacciero: 353, 16; 556,28; sollazieri (sing.): 169,10; v. Caix, Orig., 159.

sollacciarsi, sollazzarsi: 289,23 (TB); sollazzare: 65, 13; 525, 16 (TB).

solugione, soluzione: 251, 25; solvigione: 319, 24. Cfr. asolvigione.

*somaio, somaro: 273, 8 (TS).

sonanti (sost.), suonatori: 9, 1.

sopellire (sopp-), seppellire: 17, 20; 18, 2; 58, 23; ecc. (TB); v. AGI xii, 114.

sopidiano, cassa di legno bassa che si teneva di solito a piè di letto: 260, 18; 339.26; sopidano: 260,8; soppidiana, trasl. per vulva: 339. 30, e così soppiadana: 339, 27; supidiano: 442,6 (diz. : soppidiano); v. Canello, AGI iii, 341 (suppedaneus); soppidiano, soppedaneo in SFR vii, 232 ii.; e i numerosi ess. in TS (s. soppedano).

sopolcro, sepolcro: 59, 8.

sopultura, sepoltura: 583, 11.

sorella: 268,22; 490, 9; ecc; soro: 236,13; 268,18; suoro: 269, ii; 270,27; 490,25 (v. AGI ni, 400); suora: 490, 18 (TB); per tutte queste forme, v. AGI xvi, 418.

sornacchiare, russare: 530, 12 e 13, (TB, 2); v. RFR 11, 231, e LN via 76.

sornacchiosa, sonnacchiosa: 456, 34.

sospeccione, sospetto: 154, 14 (TB).

sospicioso, sospettoso: 688,8 (diz. sospicc-).

sostenere, resistere: 25,12 (TB, 2); sopportare: 261, 2 (TB, 2).

sottano, inferiore, di sotto (agg.) : 130, 14 (TB, 2).

sottigliare, aguzzare l'ingegno: 90, 15; 330, 9 (TB, 6). Cfr. assottigliare, sottile, accorto, scaltro negli affari: 20, 13; 23, 11 (TB, 16).

sottocaporo, cercine: 95, 6 (Lucchesini, succaporo).

spacciarsi, sbrigarsi: 74,3; 269,13 (TB, 4).

sparare, spaccare, separare: 362, 23; 749,19 (TB).

sparito, smarrito, confuso: 251, 2.

sparto, pp. da spargere: 89, 16; 98, 16; 314,9 (TB).

sparvieri, sparviere: 293, 20, 25, ecc. (TB).

spasmo, dolore: 27,4 (TB, 2); soffocazione: 290, 1.

spaurire, impaurire: 78,15; 634,10 (TB, 1).

spazzo: iti sullo —: 514, 31; in quello —: 526,28; per lo —: 509,26: lì per lì, in fretta (AGI xvi).

spàzzora, spazzola: 735,4.

spedite, risolte: 90,28 (TB, 3).

spegnare, spegnere: 47, 14; 120, 23; 410, 29; 509, 31 e 32; ecc; spegnò, spense: 410, 29; v. Caix, Orig., 215, e AGI xvi, 471.

speme, entusiasmo: 612, 6.

sperare, credere: 138,25 (TB, 6); temere: 162,4; 3°4, 17; 743, 23 (TB, 5).

sperdersi, abortire: 267, 18 e 22 (TB, 4). Cfr. disertarsi,

sperto, esperto: 47,8; 215,9; 487,26 (TB).

spessime volte, spessissimo: 474, 10; 514, 12; 517,2 e 12; 610,5; 682, 1; più freq. è spessissimo, spettare, aspettare: 48, 34; 49, 5; ecc. (TB, 3).

speziarìe, spezie: 431, 28 (TB).

spezie (avv.), specie, specialmente: 41, 15; 571,25; 609,16; ecc. (TB, 9, viii).

spigorare, spillare (la botte): 499, 28; 514, 27: v. AGI xii, 123.

spirare, ispirare: 183, 13 e 16 (TB, 13).

spoglionno, spogliarono: 33, 35.

sponessero: acciò che i parenti non lo —, deponessero, portassero giù (si tratta del cadavere di un impiccato): 72, 22.

sponsalizio (agg.), nuziali: 254, 8 (TB).

sportello, portello: 361, 22 (TB).

sposare, posare, montare, fermarsi: 27,26; 32,6; 116,19; ecc- (TB).

spranghe, ornamento di cintura: 394, 1 e 5 (TB, 4 e DEI).

*spregiativo, spregevole: 297, 13.

spuzzare, puzzare: 334,32 (TB e REW, 6880).

stagnatella, ampolla di stagno per il vino o l'acqua della messa: 302, 15 e 17: 303, 24 (TB e DEI).

staio, recipiente che serve a misurare grano e simili e perciò unità di misura: 750,13; staio, (f. pi.); 85,9 (TB).

stallo, permanenza, dimora in un luogo: 114, 1; 564, 13 (TB, 1).

stanghetta, staffetta di legno che serve a chiudere il portello della botte: 70, 16 (TB e DEI, che ritarda la v. al xvi sec).

stante, v. s. ostante,

stanza, rango: 33,20; permanenza, dimora: 145,21; 188,26 (TB, 4); posizione geografica naturale: 414, 1; stanzia: 177, 33.

stare: perf.: stiè: 156,29; stenno: 176, 24; steono: 615,24; stèro: 361,13; cong. pres.: stii (2a sing.): 123, 14.

stili, manici (di strumenti da lavoro): 276, 11 (TB, 7).

stima, prezzo, valore: 650, 13 (TB).

stimano, settimana: 47, 26; 101, 18; 94* 259,35; 666,24; 720,31; v. AGI xii, 125; cfr. semana; settimana: 533,2.

stimare, sospettare: 117,34; immaginare: 280,24 (TB, 7); stimolino, stimarono: 25, 19.

stimolo, fastidio, noia: 96, 19 (TB, 3).

Astinenza, astinenza: 598,15 (diz. : stinenzia).

Stiratolo, tiratolo: 83,22 (TB, 1).

stomacoso, sofferente di stomaco: 612, 12 (AGI xvi).

stoppa, avanzo di canapa o di lino: 219, 29 (DEI e TB).

storiata, decorata: 177, 34.

stormenti, strumenti: 8,28; 9,1; ecc. (TB) ; v. AGI xvi, 414.

storsioni, estorsioni: 5,23 (TB, 1); v. AGI xvi, 413.

stracinare, trascinare: 383, 13; 597, 32 (TB) ; v. AGI xn, 122 e 151, e NTF, 29-31. Cfr. strainare, strafiggere, scassinare: 106, 14; 388, 11 (AGI xvi).

strafigurire, alterarsi in volto: 554,4 (TB). Cfr. trasfigurata, strainare, trascinare: 589,2 (DEI); v. AGI xvi, 414, e NTF, 42.

straino, estraneo e straniero: 351,8; 666, 12; stranio: 395, 14; 756, 14 (TB); v. Caix, Orig., 149; AGI x, 465, e xvi, 414.

strappazucca, soprannome spregiativo rivolto ai lucchesi: 330, 12.

stregghiare, pettinarsi ed imbellettarsi: 76, 30 (TB, 4) ; strigliare (cavalli): 640, 23 (TB, 1).

stretta, estremo pericolo: 551, 22 (TB).

strettivo, astringente (bagnuolo —): 272, 26 (TB, 1).

stretto, costretto: 378, 2 (TB, 26); segreto (agg.): 221, 18 e 20 (TB, 15).

stretti insieme, consultatisi: 223, 32.

stribuisca, distribuisca: 443, io (TB); v. AGI xvi, 428.

stridito, pp. da stridire, stridere: 668, 20 (TB); ma stridere: 122, 27 e 29.

strina, strenna, regalo, ma qui forse i regali ricevuti dagli sposi: 166, 15; v. REW, 8296, e DEI.

strintosi (pp. di stringersi), consultatisi: 30, 27; cfr. ristringere.

strologia, astrologa: 111, 24 (TB).

stroppiato, impedito: 65, 31 (TB, 2).

struggere, liquefare, sciogliere: 114, 20; 568,33; 569,1 (TB). Cfr. distruggere.

struzioni, distruzioni: 620, 6 (TB).

studiante, studente: 353, 13 (TB, 3).

studiata : avendo — la Pippa a farla bella, essendosi adoprata a far bella la Pippa: 266, 1 (TB, 13, v).

stultizia, stoltezza, follia: 730, 29 (TB).

subitana, subitanea: 540, 6 e 22 (TB).

succhio, succo: 354, 24; 355, 11 (TB).

sun, su (prep. concresc. dav. a un) : 94, io; 105, 18; 178, 28; v. HGIS, § 881.

suso, su: 306,4 e 16 (TB).

sussiduo, sussidio: 287, 6.

svanito, scipito: 304, 10 (TB, 1).

*svolsi: mi —, mutai parere, volontà: 717, 19 (TB, 8).

 

ta' tal, tali: col sing. : 266, 26; 456, 8; col pi.: 298, 17 (TB); v. AGI xvi, 404 e n.

tacca, tacco: 623, 1 (AGI xvi).

tacette, tacque: 227,11; v. AGI xii, 165.

taglieri, tagliere: 713, 11.

tali... tali, taluni... altri: 86, 8; 154, 24.

talotta, talora: 8, 24 (TB).

tana, fossa: 112,1; 206,23 (TB, 2); per trasl., vulva: 95,4; — cieca, trasl. per vulva: 411, 15.

tanina, forse rifugio, o tugurio, o covo di ladri: 467, 14.

tanto, soltanto: 369, 16; 685, 19 (TB, 14); tanto che, finché: 28, 8; 50, 36; 121, 2 (TB, 19).

tasca, borsa, sacchetto: 112,8; 260, 16 (TB, 3 e 4, e NTF); taschetto, sacchetto: 702, 11 e 25 (TB).

tastare, interrogare scaltramente qualcuno per sapere: 317, 12 (TB, 6).

tasto, tatto: 123, 3 (TB, 2).

taula, tavola: 16,29; 81,6 (TB, 6); banco di cambio o di prestito: 118, 16; 159, 3 (NTF).

taule, sorta di gioco d'azzardo: 460, 15 e 18; era così chiamato perché si faceva sopra « tavolieri » o scacchieri, e i giocatori si servivano, al solito, di dadi; a Lucca era popolare una specie di questi giochi, lo « smigliere » (v. s. v.)t che poteva esser giocato con o senza dadi (cfr. BL, 2S7, che cita lo Stat. del 1331; ma i giochi erano già permessi a Lucca sin dal 1308: v. lo Stat. del Com. di Lucca dell'a. mcccviii, cit., p. 201); v. anche s. v. in TB, 16, e, per ess. lat. e greci, DC, 9 (tabula).

taulati, palchi, tribune da spettacolo: 651,25 (DEI).

taulato, palchetto: 489,4 e n (AGI xvi).

*taupini, tapini: 238, 9 (v. Caix, Orig., 45 e 100); tapinando, errando: 531,25.

tavolaccio, specie di scudo di legno coperto di cuoio: 423, 22 (TB, 2).

, v. s. tenere.

telogia, teologia: 91, 32 e 35; g2, 5, 10 ecc.

temenza, timore: 601,16 (TB).

tempano, mezzule, portello della botte: 69, 23 (TB, 5, s. ti-).

temperare, calmare: 470,36; 495,2 (TB, 7).

tempie, travetti che formavano l'ossatura di legno del tetto: 83, 3 (DEI, e TB s. tempiale).

tempo, età: 244, 14 (TB, 14).

tenere, trattenere: 76, 2 (TB, 9); mantenere: 86,3 (TB, 35); indic. pres.: tegno: 152, 16; tegnamo: 319, 36; tegnano, tengono: 264,22; imperf.: tenei, tenevi: 442, 28; fut.: teremo: 267, 28 cong. pres.: tenghi (2° sing.): 639, 21; tegnate; 134, 36; imper.: té: 562, 6; 621, 4; 670, 10.

tenuta (sost.), capacità, capienza: 188, 7 (TB, 3).

terme, dilazione, termine di tempo per pagamento dilazionato: 468, 2; 702, 27 (CM, BL e REW, 8665).

terra, città o luogo abitato cinto di mura: 44, 4; 543, 22 (TB, 16).

terreno, territorio: 55,4; 182,7 (TB, 6).

terresto, terrestre: 289, 27; 723, 13; camera terresta, interrata: 530, 32.

terrieri, proprietario di terre: 352, 19 (TB, 2, -e).

terza: una —, un terzo: 500, 34.

terzenaia, arsenale: 138,9; terzanaia, darsena: 294, 18 (i diz. hanno terzana, e v. REW, 2479). In Lucca era poi così chiamata l'armeria della cittadella, o « Palagio vecchio grande », e cioè la cosiddetta Augusta fatta erigere da Castruccio (v. L. Volpicella, La « Tersenaia » di L. nell'a. 1410, in Misceli, Lucch. di Studi stor. e letter. in mem. di S. Bongi, Lucca, Artigianelli, 1931, pp. 183-211).

tesorieri, tesoriere: 189, 34 (TB).

tessandro, tessitore: 409, 17 (DEI e LN, xiv, 48-49).

testi, recipienti, vasi di terracotta: 80, 33 (TB).

tiepito, insipido, sciocco: 352, 19.

tine, tinozze: 70, 5 (TB).

tinore, argomento, materia: 670, 10 (TB, 1); armonia, canto : 657, 5 (TB, 6) ; corso o forse natura (di una malattia): 27,7 (TB, 4).

tinta (agg.) : — innelle ciglia, con le ciglia aggrottate: 270, 20 (TB, 7).

tironno, tirarono; 74, 8.

tocca, pp. di toccare: 214, 12 (TB).

togliere, prendere: 43,21; 280,36 (TB, 1); portare: 105, 13 (cfr. DEI); tollerei 12, 27; 399, 25; *tor: 544, 28; *torre: 675,5: ind. pres. : *to' (3a sing.): 581,9; fut.: tollerò: 514, 16; cong. pres.: tolla: 531,28; imper.: tò: 125,6; tòne, togline: 57,2.

fondati, arrotondati: 702, 18 (TB).

torba, torbida: 28,4 (TB).

torchio, torcia: 33, 36; 59, 6; ecc. (TB); v. AGI xvi, 474.

tornare, alloggiare; 15, 29; 96, 13, 14, 15, ecc. (TB, 21 e LN xn, 11-12); rincasare: 122, 2; giungere, arrivare: 70,35; tornoro, tornarono: 113, 7; tornoron, tornarono: 44, 18.

tornata (sost.), ritorno: 592, 16; 645, 35 (TB e TF).

torto, distorto, errato: 264, 22 (TB, 9).

tovaglione grande da stufa: 234,22; 236, 9 e 11 (TB).

tovagliuolo, tovaglia: 392,23 (TB); — da volto, asciugamano: 234,20; 236,6 (TB).

traere, trarre: 40, 19; 377,2 (TB); trare: 361, 17; trarre: 604, 30; togliere: 534,35; tirare, scagliare: 286,8 e 13 (TB, 12); accorrere: 558,4 e 7; tragano, traggono: 14, 34 e 35; traeno, traggono: 71,9; v. Caix, Orig., 111-112.

traficare, praticare, usare (anche nel signif. di «fornicare»): 289,25; 470, 19.

tramagli, reti da pesca a tre teli sovrapposti: 493»36 (TB).

transita, fuori di sé; 76, 6 (TB).

frappato, intrappolato: 454, 15 (TB).

trarre, v. s. traere.

trascorso: le venia — a parlare: le accadeva di parlare: 610, 17.

trasfigurata, coll'aspetto alterato, contraffatto: 70, 34. Cfr. strafigurire.

tratta: l'accorrere in folla, minacciosamente: 558,5 (TB, 15); di —, di colpo, d'un tratto: 554, 14; 625, 1.

trattato, macchinazione, congiura: 247, 13 (TB, 3).

tratto, tiro birbone: 24,28; 119,11 (TB, 11); volta, fiata: 73,21 (TB, 17): punto, esempio: 92, 17; mano, ciascuna ripresa al giuoco: 466, 27; di primo —, subito: 375,9.

tremo, tremore: 49,8 e 10 (TB) ; tremore: 170, 7.

tribuire, attribuire, dare, concedere: *36, 7; 402, 1 (TB, 2).

tricca, trecca, rivendugliola di frutta e verdura: 104, 12 e 15; 122,24 e 27; ecc. (TB, s. tre-); v. REW, 8892, e per la i, v. AGI xii, 109, e xvi, 398 e n. 2.

triccola, treccola, rivendugliola (v. la v. prec): 104, 10 (BL e DEI, s. tre-).

trista, misera: 361, 18 (TB, 3).

trottieri, cavallo trottatore: 31, 27. Cfr. il fr. ant. «trotier» e v. LREW, 9769.

trottole, gioco di ragazzi: 461, io(TB).

trovare : si trovava mercadante, era mercante: 217, 9 (TB, 22); trovonno, trovarono: 113, 5.

tue, tu: 63, 24; 128, 32; 269, 30; ecc. (TB).

turchiesco, turco: 686, 28; v. AGI xvi, 426.

tutto (agg., esteso al fornivi.) : — Firenze: 751, 33; — Francia: 553, 7; — Genova: 684, 15; — Inghilterra 642, 27; — Napoli: 669, 6; — Roma: 210,24; 213,26; 224,10; — Toscana: 90, 35; 451, 23; — quella notte: 183,1; ma si notino: con tutto esercito: 689,22; per tutto la terra: 644, 5; tutto la vicinanza: 38, 18: tutta Roma: 222,26; v. AGI xii, 162 e HGIS, § 380 a.

 

u' «ubi»: 16,5; 18,18; ecc. (molto comune); mentre : 467, 3 ; v. Parodi, Rom., xviii, 600, e HGIS, § 912.

uanno, aguanno, quest'anno: 499, 24; v. AGI xvi, 409 (VK lo reg. come ancor vivo).

ugelliera, stagione di caccia: 293, 19. Per la sonorizzazione, si v. N'TF, 32 n. 1.

ugello, uccello: 39, 15; 76, 25; ecc. (è la forma regol.); ugellare, burlare: 189, 13; 330, 13; ecc; ugellini: 309,21 (ma *uccello: 140,8; *ucellare: 140,8); v. la n. alla v. preced.

ugni, ogni: 38,9; 221,9; 264,11;

ugn'ora: 483,13; v. AGI xii, no, e NTF, 126.

ugnuno, ognuno: 503, 6; v. n. alla v. prec.

ultimamente, alla fine, infine: 113, 12; 236, 32 (TB).

ultimo: innell'—, alla fine, infine: 262, 6 (TB).

uncia, oncia: 113, 13; v. AGI xii, no, ma anche Parodi, Rom., xvm, 600.

unde, onde, di dove: 54,12; 57,20; 108,8; 113,27; 219,21; 382,36; 477, 21 ; v. AGI xii, 143.

uomo (pron. impers.), « si » (fr. «on ») : 518, 18 (TB, 19); v. HGIS, § 516.

uopo: a —, al bisogno: 359, 21; vuopo: 477,22 (TB); v. AGI xvi, 412. Cfr. la v. seg.

uova: 547,25 e 31; vuovo: 92,23 e 24! 347) 4 e J4', ecc. : vuova: 319, 5; 547, 20; v. n. alla v. prec.

usare, far uso: 39,26 (TB, 6); esser abituato: 631,2 (TB, 15); fornicare: 143,14; 642,8 (TB, 19); osare: 274,13; 304,29; 315.9; 418, 1.

uscinno, uscirono: 87, 10.

usciolo, mezzule, portello della botte: 70, 14 (Stefani e VN). Cfr. tempano.

usurieri, usuraio: 29, 13 ecc. (TB);

usorieri: 159, 13 ecc; v. AGI xvi, 4°3

 

vagellando, vacillando: 533,36 (TB) ; v. NTF, 32 n. 1.

vagello, recipiente, vaso: 70,21; 178, 35 (TB, 4, e DEI); vagellamenti, vasellame: 92,34 (DEI); v. AGI xvi, 405; ma vaso: 193, 18.

vagnela; alle— di Dio! (esclam.), per il vangelo di Dio!: 57,7; v. AGI xvi, 409.

valente (sost.) valuta : 376, 35.

valere (intrans.): vaglio, valgo: 528, 16; vagliano, valgono: 90, 13; (sost.) valore, avere: 401,32; 499, 8 (TB).

valige (f. sing.), borsa: 31,28 e 32; 361,24; ecc. (TB); v. AGI xvi, 416; valigia: 394,9; 496,17 (ma meno freq.); pi. valigi: 376,17.

valsente, valuta, valore: 39,9; 404, 18 e 23 (TB).

valuta, valore: 53,28; 90,32 (TB);

valsuta: 392, 19; 407, 8 (TB).

vangelostro, parod. modell. su « paternostro»: 359,12 (AGI xvi).

vantaggio: di —, con agio e abbondantemente: 284, 3; 309, 3; ecc. (TB).

vastare, bastare: 77, 13; 223, io (TB); comprendersi: 354,6; v. AGI xvi,

vastevole, bastevole: 220,7; vastevile: 526, 8.

vasto: esser —, bastare, esser sufficiente: 149,33; 299,28; 495, 25; ecc.

've, ove: 210, 19.

vedere, osservare, guardare: 359,4; 361, 11; 685, 19; ind. pres. : veggio: 377,22; vedeno, vedono: 381,3;

veggano, vedono: 5, 15; vegghiao, vediamo: 359, 13; perf. viddi: 14, 8 e io; vidde: 21, n; 49, 7; viddeno: 207, 4; la forma geminata è quella normale; eccez. sono invece: vide: 645,12; videno: 496,9; videro: 187, 20; cong. pres. vegghi (2a sing.) : 180,2; 378,4; vegghiate: 378,16; di veduta, per aver veduto: 618, 23 (TB, 11).

*vegitar, vegetare: 631, 13.

veli, zendadi: 52, 17; 53, 28.

veliera, venditrice di veli, di zendadi: 395, 12.

venire, accadere: 65, 24; 119, 2 (TB, 40) ; ind. pres.: vegno, vengo: 433, 6; vegnano, vengono: 16, 19; cong. pres.: vegni (2a sing.): 142,28;

vegnamo: 15,32; vegnate: 119,12.

ventriglio, ventricolo, ma qui usato per cavità in generale: 419, 25.

ventura, fortuna: 263,20; 415,16 (TB, 1); vita, esistenza: 414,13; cfr. aventurato, fortunato: 433, 3 (GDLI).

vergognare, svergognare: 99,25; 143, 6 <TB, 9).

vergognoso, pieno di vergogna: 255, 22 (TB, 2); timido: 577,32; vergognosamente (B), timidamente: 741, 2.

*veril, primaverile [tempo ¦—, gioventù) : 416, 11.

veritàe, verità: 190, 18.

vernaccia, specie di vino generoso e dolce: 499,4 e 6 (TB).

vernadì, venerdì: 64, 26; 548, io; ecc. (TB); v. AGI xvi, 414.

verno, inverno: 339, 26 (TB).

*vertudiosa, virtuosa: 426, 7 (TB).

vescagine, vischio: 388, 20, 22, ecc; 503, 19, ecc.

vescosa, vischiosa: 503, 28 (TB). vestimenta (f. pi.), vestimenti: 101, 26 (TB); vestimenti: 90,31 (TB).

vestire (sost.), vestito completo, composto da palandra, gamurla, pelliccione (in questo caso, poiché si tratta di un — per modo di cavalcare) e camicia, più stivali e cappello (NTF, e la nov. lxxxiiii): 3i. 30.

vettovaglia, provviste di viveri: 13, 23; vettuaglia: 551,20 (TB).

vicinanza, i vicini, il vicinato: 38, 18; 90, 18 (TB, 4).

vigilia, veglia: 490,6 (TB).

vigore, coraggio: 418, 3.

villa, contrada: 373, 3; villaggio, borgata: 377,8 (TB, 4).

villanegiandolo, svillaneggiandolo : 107, 34 (TB, -gg-).

vinchiamo, vinciamo: 189, 23.

vinchiastri, vinchi o verghe di vimini: 392, 27.

virtù, abilità, valore: 84, 35 (TB).

visodogio, vicedoge: 615, 19; v. AGI xvi, 402.

vo' voi: 149,3 (TB); v. Caix, Orig., 116-119; voi, a voi (« vobis») : 174, 25.

voialtri: 231,16; 283,1; ecc. (TB).

voitare, vuotare: 192,12; 250,24; 424,24 (TB): votare: 250,26. voito, vuoto, v. s. voto.

volere: ind. pres.: voe, voglio: 184, 26; volemo, vogliamo: 477, 33 (accanto a vogliamo, ibid.) ; vogliano, vogliono: 5,16; imperf. ind.: volti, volevi: 22, 7; 194, 7; volovate: 30, 11; perf.: volse, volle: 17, 15 (ma molto freq.); volseno: 635,12; volsero: 187,20; cong. pres.: voglino: 178, 33; cond.: *voria, vorrebbe: 690, 16; ger.: vogliendo: 198, 10; 586, 8; pp. volsuto: 227,5; 261, 5; costruz. impers. col signif. di « dovere, esser conveniente »: 275, 25; 475, 22; 617, 20; ecc.

volpe : pelle di —, inganno, guaio : 326, 25. Cfr. gatta.

volsi, voltai (da volgere): 427,33.

vòlte, giri: 253, 5 (TB, 2).

voltonandosi, voltolandosi: 213, 24; voltorandosi: 467, 26.

voluntaroso, cupido, bramoso: 228, 35; 462, 9; volontaroso: 286, 14; 459, 11.

*vorìa, v. s. volere.

voto, vuoto: 86, 26 (TB); voito: 87, 3; 160, 27; v. Gaix, Orig., 106, e NTF, 109-no.

vuopo, v. s. uopo.

vuovo, v. s. uova.

 

zampognare, suonare la zampogna, ma qui con signif. eufemistico: 335, 35.

*zara, giuoco d'azzardo: 586, 7; — a chi tocca, « a chi ella tocca, suo danno » (TB) : 445, 12 ; v. REW, 9595

zecca, conio delle monete: 382, 6; 396, 8 (TB). Cfr. cugno.

*zelo: della carne il —, stimolo di lussuria: 723,8; 482,10.

zelosi, gelosi: 587, 25.

zendado, (f. pi.), stoffa di seta leggiera: 53.36; 54,15 (NTF); zendadi: 55, 27; 52,16; zendado: 53,32 (TB).

zenzamo: 410,7 (barbe di —); 410,8 (— di sant'Antonio): pianta aromatica dal cui rizoma grattugiato si ricava una specie di spezia piccante simile al pepe; zenzero (v. AGI xii, 160 e REW, 9619). Nell'inventario della spezieria Fatinelli, già cit., conten. in GB, appaiono: zenzamo pesto, soppesto e belledi.

zettano, stoffa di seta pesante: 702, 11 (TB, -*-).

ziana, zia: 577, 33 (TB).

zuccarata (agg.), dolce: 563, 13; v. n. alla v. sg.

zuccaro, zucchero: 141,11; 298,13 (TB). Per il nesso ar nelle sdrucciole, v. AGI xii, 113.

 

 

Indice Biblioteca

© 1996 - Tutti i diritti sono riservati

Biblioteca dei Classici italiani di Giuseppe Bonghi

Ultimo aggiornamento: 23 ottobre 2006