Maria Pascoli

Lungo la vita di Giovanni Pascoli

Edizione di riferimento

Maria Pascoli, Lungo la vita di Giovanni Pascoli, Memorie curate e integrate da Augusto Vicinelli, con 48 tavole fuori testo, Arnoldo Mondadori editore, Milano 1961

INDICE DELL'OPERA

 

PREMESSA

Parte Prima

 

Dalla nascita

alla Laurea

CAPITOLO I. -  FINO ALL’INGRESSO IN COLLEGIO

Alcuni cenni intorno ai nostri genitori

La famiglia di Ruggero Pascoli

Nascita e infanzia di Giovannino (1855-1862)

 

CAPITOLO II. DALL’INGRESSO ALL’USCITA DAL COLLEGIO

Primi anni di collegio (1862-1867)

La tragedia del padre (10 agosto 1867)

Muoiono la Margherita e la Mamma – Gli ultimi anni di collegio (1867-1871)

 

CAPITOLO III. A RIMINI E A FIRENZE, VERSO LA LICENZA LICEALE

Il ritorno a casa contristato da una nuova sventura (1871)

Un po’ di bilancio

Gli orfani a Rimini – Il Liceo – Ritorno a San Mauro (1871-1873)

 

CAPITOLO IV. DALL’INIZIO ALL’INTERRUZIONE DEGLI STUDI UNIVERSITARI

Il primo biennio universitario (1873-1875)

Morte di Giacomo e prime divisioni in famiglia (fine 1875-1876)

Fami bolognesi e tentativi per scoprire gli assassini (1877)

L’aspra lotta (1878)

Andrea Costa e alcuni episodi di Giovannino militante nel Socialismo

       – Scritti di questo tempo (1876-1878)

In carcere (1879)

 

CAPITOLO V.  IL RITORNO AGLI STUDI E LA LAUREA

Dopo l’assoluzione – Il nuovo concorso (1880)

Le ultime divisioni (1880)

Gli ultimi due anni d’Università (1880-1882)

Ultimi esami e laurea (1882)

Contro un’insinuazione malvagia: Pascoli e la Massoneria

Lettera e visita alle sorelle (1882)

 

CAPITOLO VI.  LA NOMINA A MATERA

Aspettando la nomina (estate 1882)

Un consiglio del Carducci – Partenza per Matera (Settembre-Ottobre 1882)

Parte Seconda

 

Gli anni

dell'insegnamento

liceale

e della prima fama

CAPITOLO I. A MATERA

A Matera inizia la sua aspra carriera (Ottobre 1882-1883)

Ancora a Matera: corrispondenza con gli amici e le sorelle (fine del 1883 - primi del 1884)

Le bozze del «Mago» di Severino – Affetti e ansie fraterne anche per l’antico delitto

(prima metà del 1884)

Commissario d’esami: le sterline di Viggiano - Le vacanze del 1884:

si prepara il trasferimento e la riunione dei fratelli

 

CAPITOLO II. A MASSA

I primi mesi nella nuova residenza Motti con Severino (autunno 1884-principio 1885)

Le «colombelle spaurite» a Massa (Maggio-Dicembre 1885)

Né aiuti, né promozione, né trasferimento (Gennaio-Maggio 1886)

Un po’ di sollievo finanziario (Giugno-Agosto 1886)

Un’altra delusione (Agosto-Ottobre 1886)

L’inno al Papa (Dicembre 1886)

Titolare di 3a classe (Dicembre 1886) – Precedenza poetica fra Giovanni e Severino

Fatti di famiglia e sogni di lavori (primi mesi del 1887)

Scuola elementare di verseggiatura e suoi saggi (1886-1887)

 

CAPITOLO III. A LIVORNO

L’improvviso trasferimento e il primo tempo a Livorno (Ottobre 1887-Dicembre 1888)

Un idillio d’amore e la sua fine (Dicembre 1888-metà 1889)

Nella nuova dimora (Luglio-Dicembre 1889)

Avanti con coraggio (1890)

Placido – Le «Myricae» – Pascoli e il Maestro (1890-91)

La prima vittoria al concorso di Amsterdam (1892)

La medaglia d’oro in pegno e questioni familiari (estate 1892)

A Siena commissario d’esami (1892)

Un testamento e altre notizie familiari (Ottobre 1892-Luglio 1893)

Continuazione del Cap. III

Consigliere e cittadino livornese – La prima andata a Roma

e un viaggio a Firenze (Luglio-Dicembre 1893)

                            Un po' di cronaca dei primi mesi del '94

Il tempo della terza edizione delle «Myricae» (Aprile-Giugno 1894)

La gioia per Guli e l’ira per il secondo cavalierato – Ripresa di lettere

con Severino e morte di Placido (Giugno-Settembre 1894)

È comandato per un anno al Ministero della P. Istruzione

e conosce Adolfo De Bosis – Confidenze alle sorelle e a Severino (fine 1894)

Dal Gennaio al Maggio 1895: i poemi conviviali per il «Convito»

– La terza medaglia e lodi per la «Lyra»

 

CAPITOLO IV. IL DRAMMA PER IL MATRIMONIO DELL’IDA

Il fidanzamento dell’Ida: turbamento dei nervi e sconforto di Giovannino

(Maggio-Giugno 1895)

Il matrimonio della sorella Ida - Presa in affitto la casa di Castelvecchio

(Luglio-Ottobre 1895)

Parte Terza

 

L’insegnamento

universitario

e la missione

umana

CAPITOLO I. A CASTELVECCHIO E A BOLOGNA 

INSEGNANTE DI GRAMMATICA LATINA E GRECA

I primi mesi della nostra dimora a Castelvecchio (fine del 1895)

Il primo anno d’insegnamento universitario

– Incertezze matrimoniali e fraterne (prima metà del 1896)

Le lunghe vacanze del 1896: lavori e corrispondenza – Un dramma per 50 lire

Il periodo piú angoscioso della vita di Giovannino (primi mesi del 1897)

L’ispezione e il ritorno in Romagna – Una illusione e una polemica romana

(primavera del 1897)

Commissario a Roma al Nazzareno: De Bosis, D’Annunzio, Pietrobono

– Verso Messina (Luglio-Dicembre 1897)

 

CAPITOLO II. IL TEMPO DELL’UNIVERSITÀ DI MESSINA - IL POETA APOSTOLO

Il primo anno di Messina e la nuova attività (1898)

 

CAPITOLO III. IL QUINQUENNIO D’ISPIRAZIONE MESSINESE

NEL PENSIERO E NELL’OPERA DEL PASCOLI

L’attività letteraria del poeta-apostolo

 

CAPITOLO IV. VICENDE DELLA VITA DAL 1899 ALL’OTTOBRE 1903

I. Il 1899: Romagna e Toscana – Confidenze con Severino e delusione dei Lincei

II. Il 1900: Rottura con D’Annunzio e serenità col nuovo Rettore di San Niccolò

III. Il 1901: Attività a Messina e pene a Castelvecchio

IV. Il 1902: Il faticoso acquisto della casa di Caprona e le vendette contadinesche

V. Il 1903: Trasferimento a Pisa e schiarita con Gabriele

 

CAPITOLO V. SERENA VITA PISANA

I. Dall’arrivo a Pisa alla fine del 1904

II. L’attività nel tempo pisano (1904-1905) – Giudizi e discussioni

III. Il 1905: Un anno di attesa fra le beghe paesane

 

CAPITOLO VI. LA NOMINA ALLA CATTEDRA CARDUCCIANA

La lunga indecisione

Dopo l’accettazione

Parte Quarta

 

La turbata

vita

bolognese

e

il momento

epico-storico

della poesia

CAPITOLO I. PENE E GLORIE DEL «SUCCESSORE»

I. Il 1906: Gli inizi sulla cattedra carducciana e un nuovo ciclo poetico

II. Il 1907: Paterni in morte del Carducci – Le campagne elettorali di Barga

e di San Marino – I discorsi di Pietra-santa e di San Mauro

III. Il 1908: La misteriosa malattia – L’incidente universitario col Barbi

Pascoli professore

IV. Il 1909: Il terremoto messinese – Il suicidio del fiumano Hodnig

e la tragedia di Ferrei

V. Il 1910: L’ultimo incontro con D’Annunzio – Il discorso garibaldino mancato a Genova

e quello di San Mauro – Incidenti familiari – Cavaliere del merito civile

VI. La nuova, intensa attività negli anni 1907-1910

 

CAPITOLO II. IL 1911: L’ANNO SACRO

- ULTIMI BAGLIORI D’ISPIRAZIONE E DI SACRIFICIO

I poemi del Risorgimento – Inni a Roma e a Torino – «La grande proletaria»

Parte Quinta

 

«Ultima Linea»

CAPITOLO I. IL RAPIDO TRAMONTO

L’addio a Castelvecchio (Febbraio 1912)

Un’ultima gioia: la 13a medaglia d’oro per «Thallusa»

Gli ultimi giorni

Il testamento rinnovato

CAPITOLO II. LA FINE

I tre giorni di passione: Giovedi, Venerdí, Sabato Santo

 

I FUNERALI E LA SEPOLTURA

Indice Biblioteca

Biblioteca

Progetto Giovanni Pascoli

Progetto Pascoli

© 1996 - Tutti i diritti sono riservati

Biblioteca dei Classici italiani di Giuseppe Bonghi

Ultimo aggiornamento: 08 maggio 2011