Giovanni Pascoli

Canti di Castelvecchio

Canti di Castelvecchio

 

Nota del Pascoli

Raccolti e pubblicati nel 1903, dedicati alla madre, riprendono i motivi del «Poemetti» e specialmente di «Miricae»: ricordi della tragedia familiare del poeta, descrizioni paesistiche, delicate, sottili impressioni della vita e della natura in un alone di calma luminosa e di contemplazione profonda delle piccole cose e delle piccole sensazioni quotidiane.

INDICE GENERALE

CANTI DI CASTELVECCHIO

La poesia

La partenza del boscaiolo

L'uccellino del freddo

IL COMPAGNO DEI TAGLIALEGNA

"THE HAMMERLESS GUN"

To the children Percy and Valente de Bosis

NEBBIA

I DUE GIROVAGHI

IL BRIVIDO

L'OR DI NOTTE

NOTTE D'INVERNO

LE CIARAMELLE

PER SEMPRE!

LA NONNA

LA CANZONE DELLA GRANATA

LA VOCE

IL SOLE E LA LUCERNA

IL CIOCCO

LA TOVAGLIA

LA SCHILLETTA DI CAPRONA

IL PRIMO CANTORE

LA CAPINERA

FOGLIE MORTE

Canzone di marzo

Valentino

Il croco

Fanciullo mendico

La vite

Il sonnellino

La bicicletta

Il ritorno delle bestie

La figlia maggiore

L'usignolo e i suoi rivali

Il fringuello cieco

La canzone dell'ulivo

Passeri a sera

Il gelsomino notturno

Il poeta solitario

La guazza

Primo canto

La canzone del girarrosto

L'ora di Barga

Il viatico

L'imbrunire

La fonte di Castelvecchio

Temporale

La mia sera

In viaggio

Maria

La mia malattia

Un ricordo

Il nido di «farlotti»

Il sogno della vergine

Il mendico

Ov'è?

La servetta di monte

Addio!

Il ritratto

La cavalla storna

In ritardo

IL RITORNO A SAN MAURO

Le rane

La Messa

La tessitrice

Casa mia

Mia madre

Commiato

Giovannino

Il bolide

APPENDICE

Diario autunnale

I

II

III

IV

V

Il ponte sull'Aposa

VI

Narcissi

VII

Nell'orto

VIII

Indice Biblioteca

Biblioteca

Progetto Pascoli

Progetto Pascoli

© 1996 - Tutti i diritti sono riservati

Biblioteca dei Classici italiani di Giuseppe Bonghi

Ultimo aggiornamento: 08 maggio 2011