SEBASTIANO RUMOR

CRONOLOGIA FOGAZZARIANA

Edizione di riferimento

Per Antonio Fogazzaro, Tipografia San Giuseppe, Vicenza 1913

 

1842, 25 Marzo.  Nasce a Vicenza, in via del Carmine, da Mariano Fogazzaro e da Teresa Barrera.

1842, 28 Marzo.  Riceve il battesimo nella Chiesa del Carmine, dal cugino don Giovanni Barrera; il conte veronese Carlo Rambaldo, funge da padrino; da testimonio funge Antonio Montin.

1859, Novembre. Comincia gli studi di legge nella Università di Padova, ma poi, essendo la sua famiglia, a causa delle vicende politiche da cui era travagliato il paese, emigrata a Torino, li prosegue nell'Ateneo torinese.

1863, 1 Giugno. Per le nozze dell'amico barone Giovanni Scola con Elena Patella, pubblica il primo lavoro poetico : Una ricordanza del lago di Como.

1864, 8 Agosto. Riceve la laurea di scienze giuridiche all'Università di Torino. - Avendo ottenuto questo grado accademico domanda di esser accettato, e lo è, onde far pratica di foro, nello studio dell' avv. Gio. Battista Cassinis, che fu poi Guardasigilli della Camera.

1866, 31 Luglio. Sposa a Vicenza Margherita dei conti di Valmarana. Lo zio don Giuseppe Fogazzaro, il santo e dotto sacerdote ch'egli più tardi farà vivere ne' suoi scritti, ne benedice le nozze.

1869, 11 Febbraio. È nominato socio ordinario della Accademia Olimpica di Vicenza.

1869, 20 Luglio. È allietato dalla nascita della sua primogenita, cui dà il nome materno : Teresa.

1869, 28 Dicembre. Il Ministro della Pubblica Istruzione, Cesare Correnti, su proposta del Consiglio Scolastico di Vicenza, 18 Novembre 1869, lo nomina Direttore Scolastico pel Distretto di Vicenza.

1871, 9 Luglio. Viene eletto a Consigliere del Comune a Vicenza, con 285 voti.  (Rimarrà in carica, per continua rielezione, sino al termine dell' anno 1901).

1871, 31 Ottobre. Diviene Assessore effettivo del Comune di Vicenza mentre è sindaco il conte Luigi Piovene Porto Godi. (Rieletto il 22 Settembre 1873, rinuncia).

1874, 27 Gennaio. È nominato membro della Commissione scolastica del Comune di Vicenza.

1874, Maggio. Pubblica « Miranda, » il breve poema di cui tanto si compiacque ogni anima gentile e che trovò pur apprezzatori presso uomini di fama, come Gino Capponi.

(« Miranda » è già alla ventesima prima edizione. Fu tradotta in boemo, in francese, e in tedesco).

1874, 9 Settembre. Viene eletto membro della Giunta di vigilanza all'istruzione professionale industriale.

1874, 11 Dicembre. Viene nuovamente eletto Assessore, sindaco essendo il comm. nob. Bartolomeo Clementi. (Tiene l'ufficio sino al 1. Ottobre 1880, in cui, rieletto, rinuncia.)

1875, 5 Aprile. Diviene padre di Mariano.

1876, Gennaio. Pubblica « Valsolda. » che gli conferma fama di poeta. (Quest'opera ebbe varie edizioni ; parecchie delle poesie ivi raccolte furon tradotte in lingue straniere.)

1878, 27 Febbraio. Viene eletto, insieme a Paolo Lioy, a Membro del Consiglio Scolastico Provinciale ove rappresenta il Comune di Vicenza.

1881, 8 Febbraio. Gli nasce la seconda bambina, Giuseppina Maria.

1881, Giugno. Pubblica il primo romanzo : « Malombra ottiene un grande successo.

(« Malombra » è ora alla trentesima sesta edizione. Fu tradotta in francese, in inglese, in russo, in isvedese, in tedesco, in ungherese.

1881. 23 Ottobre. Viene nominato socio corrispondente della R. Deputazione Veneta di storia patria.

1882, 21 Ottobre. Spinto da motivi famigliari, (*Si veda la lettera del conte Giangiorgio Trissino, Presidente del Comitato elettorale.) rinuncia alla candidatura politica offertagli da molti elettori di Vicenza.

1883, 1 Maggio. È eletto membro della Deputazione della Civica Biblioteca, in sostituzione del rinunciante senatore Fedele Lampertico e conserva questa carica fino alla morte.

1883, 8 Giugno. Nominato Presidente della Congregazione di Carità, in sostituzione del rinunciante Senator Lampertico, non accetta l'onorevole incarico.

1883, 28 Agosto. È nominato membro della detta Congregazione.

1884, 6 Gennaio. Il Ministro Baccelli lo nomina Cavaliere della Corona d' Italia.

1885, Gennaio. Pubblica « Daniele Cortis, » reputato generalmente il più perfetto de' suoi romanzi. (« Daniele Cortis » è già alla quarantesimasettima edizione; fu tradotto in lingua danese, francese, inglese, olandese, polacca, svedese, tedesca.)

1885, 19 Luglio. Viene eletto Consigliere del Comune di Caldogno, e rimane in carica fino al giorno della sua morte.

1886, 15 Ottobre. È rieletto membro della Congregazione di Carità.

1886, 15 Ottobre. È confermato Membro del Consiglio Scolastico Provinciale.

1886, 1 Dicembre. Il Consiglio direttivo degli Asili di Carità per l'infanzia in Vicenza, lo nomina suo Presidente, ufficio eh' egli tiene con grande amore fino alla morte.

1886, 15 Dicembre. È nominato, quale rappresentante del Comune, al Comitato direttivo dell'Ospizio degli Infanti abbandonati.

1887, Aprile. Raccoglie alcune sue novelle in un volume dal titolo: « Fedele ed altri racconti

1887, 16 Maggio. Viene eletto Membro della Commissione alle Cose Patrie, in sostituzione del padre suo cav. Mariano.

1888, 1 Settembre. Teresa, la sua primogenita, va sposa al mar-

chese Giuseppe Roi di Vicenza.

1888, Novembre. Pubblica in volume « il Mistero del Poeta » già apparso nella Nuova Antologia (Gennaio- Aprile 1888.) « Il Mistero del Poeta » è ora alla ventesimasettima edizione; fu tradotto in francese, inglese, russo, tedesco.)

1888, 28 Dicembre. Commemora all'Accademia Olimpica di Vicenza il suo diletto maestro Giacomo Zanella.

1888, 29 Dicembre. È chiamato a coprire il posto di Presidente dellAccademia Olimpica, rimasto vacante dopo la morte di Giacomo Zanella.

1889, 18 Febbraio. Il ministro Boselli lo nomina Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro.

1889, 14 Aprile. Viene eletto socio corrispondente del R. Istituto Veneto di scienze lettere ed arti.

1891, 22 Febbraio. Inizia a Venezia, all'Istituto Veneto, i suoi studi di conciliazione tra scienza e fede, con la conferenza: Per un recente raffronto delle teorie di S. Agostino e di Darwin circa la creazione.

1891, 27 Aprile. Dal Consiglio Comunale viene eletto membro della Congregazione di Carità.

1891, 9 Dicembre. Il Comune lo nomina a suo rappresentante nella Giunta di vigilanza dell'Istituto Tecnico di Vicenza.

1892, 17 Ottobre. Inaugura ad Albogasio, nella Valsolda, l'Asilo Mariano e Teresa Fogazzaro, fondato, dotato e costrutto dalla sua liberalità, per espresso desiderio dei suoi genitori.

1892, 22 Dicembre. S. M. il Re si compiace nominarlo di suo moto proprio Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia.

1892. 22 Dicembre. È nominato Socio Onorario dell'Ateneo di scienze, lettere ed Arti di Bergamo.

1893, 29 Gennaio. La R. Deputazione Veneta di storia patria per la Venezia lo promuove da membro Corrispondente a Socio Onorario.

1893, 30 Luglio. Viene eletto Consigliere Provinciale del I.° Mandamento di Vicenza con voti 1366.

1894, 14 Luglio. Viene eletto Socio Corrispondente dell'Accademia Properziana del Subasio.

1894, 28 Dicembre. È nominato socio corrispondente della I. R. Accademia degli Agiati in Rovereto.

1895, 16 Maggio. Perde, dopo breve malattia, l'unico, dilet. tissimo figliolo, Mariano, ventenne. Vicenza gli manifesta, specialmente in questa occasione, la sua simpatia.

1895, 19 Maggio. Rinuncia all'ufficio di Presidente dell' Accademia Olimpica.

1895, 13 Luglio. È confermato membro della Commissione scolastica comunale.

1895, Novembre. Pubblica « Piccolo mondo antico », il più letto, il più ammirato de' suoi romanzi. (« Piccolo Mondo » ha raggiunto la cinquantesima edizione; venne tradotto in francese, inglese, olandese, polacco, svedese, tedesco, ungherese.)

1896, 21 Ottobre. Dal Consiglio Comunale viene eletto membro della Congregazione di Carità.

1896, 25 Ottobre. Con Decreto di questo giorno, S. M. il Re lo nomina Senatore del Regno; ma poiché il Fogazzaro era stato eletto per la categoria XXI, il Senato non confermò la sua nomina, non avendo egli, sotto il suo nome, il censo richiesto (Tutta Italia, dopo aver sinceramente gioito per l'atto del Sovrano, deplora che una difficoltà di pura forma lo avesse reso nullo.)

1897. 8 Aprile. Con Decreto Reale di questo giorno, registrato alla Corte dei Conti il 20 Aprile, è nominato Membro effettivo del R. Istituto Veneto di Scienze ed Arti di Venezia.

1897, Dicembre. Raccoglie in un volume le migliori sue poesie col titolo Poesie scelte.

1898, 8 Gennaio. Viene nominato Presidente della Congregazione di Carità in sostituzione del comm. Francesco Fiorasi.

1898, 8 Marzo. Nella Salle des Mathurins a Parigi, tiene la sua conferenza : Le grand poète de l'avenir.

Il fior fiore del mondo letterario parigino lo ascolta e lo applaude calorosamente.

1898, 1 Aprile. Nell' aula magna del Collegio Romano, tiene la conferenza sul « Progresso in relazione alla felicità ». Tutta l'aristocrazia romana è presente insieme a Sua Maestà la Regina Margherita. Al termine è salutato da grandioso applauso. La Regina gli stringe la mano.

1898, Settembre. Raccoglie in un volume i discorsi fino allora pubblicati. (Nella seconda edizione altri ne aggiungerà.)

1898, Novembre. Raccoglie in un volume tutti i suoi scritti riguardanti le armonie tra scienza e fede, col titolo : Ascensioni umane.

(Il volume è ora all'ottava edizione; fu tradotto in francese.)

1899, 16 Giugno.

La R. Accademia delle Scienze di Torino gli assegna per il « Piccolo Mondo Antico » uno dei due premi della fondazione Gautieri, destinati alle migliori opere di letteratura, storia letteraria e critica letteraria pubblicate negli anni 1891-1898.

1899, 6 Luglio. Viene eletto Consigliere del Comune di Montegalda, e rimane in carica fino all'ultimo giorno di sua vita.

1900, 26 Gennaio. È nominato Socio Onorario dell' Accademia di scienze, lettere ed arti de' Zelanti di Acireale.

1900, 12 Giugno. Viene eletto Socio corrispondente dell'Ateneo Veneto.

1900, 14 Giugno. Con Decreto Reale di questo giorno è nominato Senatore del Regno.

1901. Decembre. Sotto il titolo di « Minime » raccoglie in un volume con illustrazioni, studi, discorsi, pensieri, nuove liriche. (Altri ne aggiungerà nella seconda edizione del 1908.)

1901, Marzo. Pubblica : « Piccolo Mondo Moderno » il secondo romanzo della Trilogia, già comparso nella Nuova Antologia. (Il romanzo è oggi al ventesimo quarto migliaio; fu tradotto in francese, olandese, tedesco.)

1902, 9 Febbraio. Al teatro Manzoni di Milano si rappresenta il Garofolo rosso, il suo primo lavoro scenico. Pubblico e stampa gli son larghi di lodi.

1902, 26 Febbraio. La compagnia Talli - Grammatica - Calabresi rappresenta al Teatro Goldoni, a Venezia, il Ritratto mascherato. Il teatro è affollatissimo; l'esito non è felice.

1902, 27 Novembre. Con Decreto Reale di questo giorno, registrato il 24 Dicembre è promosso all'ufficio di Presidente del R. Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti.

1902, 30 Novembre. È nominato Socio corrispondente nazionale della Società Reale di Napoli, Accademia delle Scienze morali e politiche, nella Sezione delle Scienze morali.

1903, 9 Marzo. È nominato Socio corrispondente del R. Istituto Lombardo di scienze e lettere in Milano, per la Classe di lettere e scienze morali e politiche.

1903, 26 Settembre. Viene eletto Consigliere della « Dante Alighieri », e vi rimane fino alla morte.

1903, Novembre. Raccoglie nel volume « Scene » le sue produzioni teatrali : Il Garofolo rosso, il Ritratto mascherato e Nadejde.

1904, 29 Gennaio. È nominato socio corrispondente della R. Accademia Lucchese di scienze, lettere ed arti.

1904, 9 Giugno. Con Decreto Reale di questo giorno, registrato alla Corte dei Conti il 24 giugno, è nominato Consigliere Superiore della pubblica istruzione per un quadriennio, a cominciare del 1. luglio.

1905, 1 Settembre.

È nominato Socio Onorario fondatore con medaglia d'oro dell'Accademia filarmonica Siciliana Pietro Platina.

1905, Novembre. Pubblica « il Santo, » il più discusso dei suoi romanzi: uno dei tre libri, secondo lo Stead, « che più scossero l' opinione mondiale nel 1906.». (Il « Santo » è ora alla quarantesima prima edizione; fu tradotto in francese, inglese, magiaro, spagnuolo, tedesco.)

1906, 1 Gennaio.

Il Consiglio direttivo della Società di studi psichici di Milano, a unanimità di voti, lo proclama Presidente Onorario.

1906, 9 Marzo. Ospite desiderato dei Subiacesi, è da loro molto festeggiato, per aver egli, con l'opera sua  ridestato nell' orbe i ricordi del loro glorioso passato.»,

1906, 5 Aprile. La Sacra Congregazione dell' Indice pubblica il decreto di condanna pel « Santo ».

1906, 18 Aprile. Annunzia per lettera al marchese Filippo Crispolti di aver « risoluto sin dal primo momento di prestare al Decreto quella obbedienza » ch'è il suo « dovere di cattolico, ossia di non discuterlo, di non operare in contraddizione di esso autorizzando altre traduzioni e ristampe oltre a quelle che sono materia di contratti precedenti al Decreto, impossibili a rompere. »

1906, 19 Ottobre. È nominato socio Onorario del Circolo Giovanile « Alessandro Manzoni » di Bari.

1906, 23 Dicembre. È nominato Patrono della Società Orchestrale Italiana « Giuseppe Verdi » di Filadelfia.

1907, 1 Decembre. Viene eletto Membro della Società Reale di letteratura del Reame unito residente a Londra, sotto l'alta protezione di S. M. il Re.

1907, 18 Gennaio. Tiene alla Sorbona, a Parigi, la conferenza: Les idées religieuses de Giovanni Selva.

1907, 31 Gennaio. Ripete a Ginevra la conferenza tenuta il 18 a Parigi. Più di due mila persone vi sono presenti.

1907, 10 Marzo. Viene eletto Socio d' onore della Società democratica dei Reduci delle patrie battaglie di S. Giovanni in Persiceto nel Bolognese.

1907, 4 Agosto. Il Consiglio direttivo e i Componenti della Contrada della Torre in Siena lo pongono nel novero degli illustri Protettori della Contrada.

1908, 2 Maggio. È proclamato Presidente Onorario della Società dei Reduci di S. Giovanni in Persiceto.

1908. 15 Luglio, Inaugura in Montegalda l' asilo infantile pei bimbi dei suoi contadini, e lo intitola alla memoria dello zio Luigi Fogazzaro.

1908, 6 Ottobre. È rieletto a far parte del Consiglio Centrale della Società Nazionale « Dante Alighieri » per l' anno 1908-1909.

1908, 22 Ottobre. Con Decreto Reale di questo giorno è nominato Membro della Commissione Provinciale per la conservazione dei monumenti e degli oggetti d'antichità e d'arte nella Provincia di Vicenza. E la Commissione, nella prima adunanza, lo elegge suo presidente.

1908, Novembre. Raccoglie in un bel volume le sue poesie, comprese pur Miranda e Valsolda.

1909, 20 Gennaio. Il Consiglio Provinciale di Vicenza lo nomina Membro del Comitato direttivo della Scuola Professionale femminile.

1910, 23 Gennaio. Quale Presidente della Deputazione alla patria Biblioteca, inaugura la nuova sede in San Giacomo.

1910, Novembre. Pubblica l' ultimo suo romanzo « Leila ». (Il libro ha raggiunto la decima edizione; fu tradotto in francese, inglese e tedesco.)

1910, 16 Novembre. Alla notte di questo giorno si manifestano i

sintomi di quel male doloroso che lo condusse al sepolcro.

1911, 26 Febbraio. Alle ore 10, scende in automobile, dalla sua villa di S. Sebastiano ed entra nel Civico Spedale per sottoporsi all'operazione consigliata dai medici, e con la quale si sperava di prolungargli la vita.

1911. 7 Marzo. Alle ore 5,20 del mattino. Antonio Fogazzaro muore, dopo aver molto sofferto con edificante cristiana rassegnazione.

1911, 27 Maggio.

Il Ministro Segretario di Stato, Presidente del

Consiglio dei Ministri, gli conferisce la medaglia d'argento per l'opera da esso data nella occa- sione del terremoto del 28 Dicembre 1908 in Calabria e in Sicilia.

 

Indice Biblioteca

Biblioteca

Progetto Fogazzaro

© 1996 - Tutti i diritti sono riservati

Biblioteca dei Classici italiani di Giuseppe Bonghi

Ultimo aggiornamento: 14 settembre 2012